Addio a Carla Fendi, pilastro dello storico marchio italiano

Dopo Laura Bigotti la moda made in Italy perde un’altra sua pioniera, Carla Fendi. La stilista, è deceduta a Roma all’età di 80 anni ed ed era malata da tempo. Se ne va un’altra artefice del successo della moda italiana nel mondo come lo sono state Laura Biagiotti, Krizia e, più indietro nel tempo, le sorelle Fontana.

Presidente onorario del Gruppo Fendi, ha legato la sua vita allo storico marchio al cui successo ha contribuito con le quattro sorelle ed è a lei che si deve l’internazionalizzazione del marchio Fendi e la sua conquista dei mercati esteri, in particolare dell’America. Carla Fendi entra nell’azienda di famiglia, dopo gli studi classici, alla fine degli anni Cinquanta, dopo aver completato gli studi classici, al fianco delle sorelle Paola, Anna, Franca e Alda. “Siamo come le cinque dita di una mano, diceva sempre nostra madre, ognuna ha la sua funzione” amava ripetere la stilista, per far capire come anche le sue sorelle avessero la loro parte di responsabilità e di merito nel successo dell’azienda. Carla Fendi è stata una stratega per il successo dell’azienda, la vera ambasciatrice della maison che porta ancora il suo nome. La sua formazione copriva settori diversi che vanno dall’amministrazione alla produzione, dalle vendite alla progettazione. Negli anni Sessanta si dedica anche alle relazioni pubbliche, punta al mercato più difficile, quello oltreoceano, quello americano: una strategia che la premia con il successo che contribuisce a sancire la fama della firma Fendi nel mondo.

Con la crescita e il successo dell’azienda, Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione si occupa in modo specifico della comunicazione, dall’ufficio stampa, alla pubblicità, dall’immagine, alle manifestazioni. Ed è proprio in questo ambito che nasce negli anni Ottanta il suo grande interesse per Spoleto e per il suo Festival. Mentre il Festival dei due Mondi diventava uno degli eventi più importanti della cultura italiana, Carla Fendi, nel suo ruolo di responsabile della comunicazione, sceglie di legare il marchio Fendi alla manifestazione. Un coinvolgimento che matura di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e preziosa amicizia con il maestro Giancarlo Menotti.

La Fondazione Carla Fendi nasce nel 2007  e opera con azioni di mecenatismo con lo scopo principale di dare contributo e assistenza per preservare beni e valori culturali del passato e per garantirne la continuità e la crescita nel futuro, muovendosi nel campo dell’arte, della letteratura, del cinema, della moda, dell’artigianato, dell’ambiente e del sociale. La Fondazione, inoltre, si è fatta promotrice di eventi e progetti concernenti la pubblicazione di opere letterarie e opere d’arte. Oltre al Festival dei Due Mondi, dal 2010 sostiene l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, in qualità di socio mecenate. Nel 2016 la maison Fendi ha finanziato il restauro della Fontana di Trevi a Roma, dove ha poi organizzato una sfilata di moda particolarmente scenografica, per festeggiare i 90 anni dalla sua fondazione.

Ilaria Sinopoli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: