“A ritrovar bellezza”, la prima rassegna di Cinema di Quartiere della Città di Bari

rassegna2016-70x100_WEB (2)“A ritrovar bellezza” è un’iniziativa degna di lode, organizzata dalla Fondazione Giovanni Paolo II Onlus e Coop. Soc. “I bambini di Truffaut”. Si tratta della prima Rassegna di Cinema di Quartiere del Comune di Bari che si terrà ogni domenica pomeriggio alle 18.30, dal 10 gennaio al 29 maggio nella sala multimediale “Fondazione Giovanni Paolo II” in via Marche 1 a Bari.

Giancarlo Visitilli, giornalista e critico cinematografico, nonché presidente della Cooperativa Sociale I bambini di Truffaut, ha dichiarato: “La rassegna offrirà, a grandi e piccoli, un’occasione per trascorrere la serata  guardando il film, in compagnia del cinema inedito, del cinema poco programmato o del cinema da rivedere”.

La Cooperativa presieduta da Visitilli da anni si occupa di educazione all’immagine nelle scuole e enti di tutto il territorio regionale. “A ritrovar bellezza” è un percorso culturale di pregevole fattura in quanto tende a valorizzare il cinema, percepito spesso solo come momento di svago. Il cinema è cultura; è crescita; è strumento di socializzazione, di accoglienza e di arricchimento personale e sociale sotto tutti i punti di vista, primo fra tutti proprio la ricerca della bellezza. Visitilli ha selezionato personalmente i film della rassegna “attingendo da una vasta filmografia: cinema di vari paesi, dagli Stati Uniti alla Francia, passando per il cinema libanese, tutti avente come tema fondamentale la Bellezza. E’ intorno a tale tema, – ha dichiarato Visitilli –  inserito in contesti sociali difficili, in situazioni di illegalità e di marginalità, che rifletteremo insieme sulla possibilità di riscoprire la bellezza lì dove le brutture abbondano, la legalità nei luoghi dove si è smesso di praticarla”.

Ci sono voluti venticinque anni per donare al Quartiere San Paolo di Bari una sala cinema da centocinquanta posti che servirà anche come sala convegni e luogo destinato alla Cultura.

Questi sono i frutti meravigliosi del lavoro sinergico fra la Fondazione e la Cooperativa, che già da anni collaborano nell’ambito di vari progetti, non solo al San Paolo.

Teresa Masciopinto, segretaria generale per la Fondazione, ha dichiarato: “Da oltre 20 anni la Fondazione Giovanni Paolo II opera al quartiere San Paolo, e non solo, con l’obiettivo di elevare la qualità della vita nelle periferie. Ridare al quartiere una sala cinematografica era un sogno che inseguivamo da tempo perché riteniamo che costruire occasioni di crescita culturale contribuisca a ridare dignità ai luoghi e alle persone”.

La speranza di tutti è che la Sala della Fondazione Giovanni Paolo II non venga percepita dalla cittadinanza solo come un luogo esclusivamente deputato alle attività del quartiere San Paolo, ma come ricchezza della città tutta. E’ una grande opportunità per avvicinare le periferie in tutti i sensi.

Maria Raspatelli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: