A Monopoli, Place in the Space 2015

​DOMANI SERA il terzo ​appuntamento della Rassegna “SPACE IS THE PLACE” ​si terrà nel CHIOSTRO DEL CONSERVATORIO​, alle 21.30 invece che Nella Chiesa di San Pietro come precedente comunicazione.
 
​G​li studenti di jazz del “Rota”  renderanno pubbliche le loro creazioni delle quali cureranno anche l’esecuzione.
 
SPACE IS THE PLACE 2015
3rd EDITION
22 Maggio5-11-19 Giugno
 
INGRESSO LIBERO
​TERZO  APPUNTAMENTO
​GIOVEDì

 

​11​ Giugno, ore 21,30

Composers Night

conservatorio_MONOPOLIIl tempo cronologico scorre, i suoni definiscono il silenzio, il tempo della mente viene sospeso.

Gli attimi dipinti donano nuovo senso ad un foglio bianco, la tela del silenzio è imbastita di nuovi intrecci nella casualità del gesto o nella determinazione del colore, una rete di connessioni crea la visione.

Proiezioni di:​ ” L’uomo con la Macchina da Presa”  – DZIGA VERTOV
 
​COMPOSIZIONI DI :

Antonella Chionna

Carolina Bubbico

Cristiana Verardo

Luisa Tucciariello

Michele Ciccimarra

Nicolò Petrafesa

​Michele Russo
Vito Pesce​

L’iniziativa nasce dall’esigenza degli studenti di rappresentare in varie forme la propria visione musicale relativa ai due aspetti contrastanti ma complementari della creazione artistica legata al Jazz : la composizione e l’improvvisazione, meglio definita come “composizione istantanea”. Questi due aspetti, largamente esperiti durante i corsi di questo conservatorio,​ hanno prodotto stimolo e fermento per gli studenti che sentono l’esigenza di rendere pubbliche le proprie creazioni.

In questa terza edizione il festival viene aperto anche agli studenti degli altri corsi con un seminario sulla composizione elettronica ed elettroacustica con il compositore​,​  producer e DJ Gabriele Panico “Larssen” che terrà un laboratorio finalizzato alla realizzazione di lavori collettivi ed individuali inerenti a​i​ vari ambiti della musica elettronica ed elettroacustica che saranno​  presentati in una delle serate di Space is the Place 2015.

L’obiettivo è quello di dare una preziosa opportunità per i giovani compositori del corso di Jazz di mostrare i propri lavori ad un pubblico variegato e mettersi alla prova nella performance creando sempre di più i presupposti per la diffusione nel tessuto sociale di momenti di ascolto di nuovi linguaggi musicali e sperimentazione come modo alternativo di lettura della realtà.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: