A Bari le vittime delle Foibe si ricordano al Villaggio Trieste

villaggio triesteDomani, 10 febbraio, alle ore 11,00 presso l’Istituto “Don Policarpo Scagliarini” del Villaggio Trieste, in occasione della Giornata del ricordo delle vittime delle Foibe, nel corso di una conferenza stampa, saranno illustrate le iniziative del Comitato VILLAGGIO TRIESTE costituito per preservare l’esperienza unica costituita dal Villaggio Trieste e dalla sua gente. Il Comitato vaglierà altresì le condizioni per poter richiedere il riconoscimento dell’Unesco al Villaggio Trieste quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità e luogo di memoria. Tale sito alla periferia di Bari è abitato in maggioranza da profughi italiani della II Guerra Mondiale che hanno dato vita ad una forma di pacifica e solidaristica convivenza nel rispetto delle diverse culture. Di tanto si chiederà di prendere atto alla Città di Bari.

Alla conferenza stampa interverranno avv. Paolo Scagliarini, Presidente del Comitato promotore, Filippo Melchiorre, vice presidente della Commissione Culture del Comune di Bari, esponenti politici e cittadini.

Il Villaggio Trieste, formato da palazzine basse e colorate circoscritto tra la Fiera del levante e l’ex stadio della Vittoria, è stato creato nel 1956 per ospitare i circa mille profughi, soprattutto greci di origine italiana, sbarcati a Bari dopo essere stati esiliati, in seguito alla II guerra mondiale. Questa piccola e isolata zona del quartiere Marconi è ormai dimenticata da buona parte dei cittadini di Bari e dall’Amministrazione pubblica.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: