Il cervello cresce anche in età adulta. Ora lo dice anche la Scienza

cervello

Era evidente, ma non si avevano rilevanze scientifiche. Ora la Scienza ha dimostrato che negli esseri umani il cervello continua a crescere anche da adulti. A rivelare la notizia è stata la rivista Science che ha pubblicato uno studio a cura di Jesse Gomez della Stanford University. Il ricercatore, utilizzando una risonanza magnetica, ha studiato il tessuto cerebrale di 22 bambini e 25 adulti. Confrontando i risultati ottenuti sui test di riconoscimento di volti e luoghi con i dati delle risonanze, ha scoperto che, negli adulti, l’area che aiuta a identificare le facce è risultata aumentata, mentre è rimasta pressoché invariata quella relativa alla memorizzazione dei luoghi. In particolare a crescere è la quantità di mielina, la sostanza che come una guaina avvolge e protegge i filamenti dei neuroni per rendere più efficiente la trasmissione degli stimoli nervosi.

La prova della scoperta è stata confermata anche dall’analisi post mortem di cervelli di soggetti adulti. L’organo umano deputato all’esercizio delle facoltà intellettive continua a crescere anche nei grandi, arricchendosi di nuovo tessuto capace di assolvere a nuove funzioni. Si tratta di una scoperta importante perché smentisce quelle teorie che consideravano il cervello umano capace di svilupparsi esclusivamente in età infantile, fino a fermarsi in quella adulta, per poi regredire in quella senile.

Dunque, non si deve mai smettere di studiare, imparare e quindi progredire intellettivamente. L’intelligenza, la sensibilità, l’attitudine, la capacità di comprendere, il carattere e la personalità sono elementi dell’uomo che mutano a seconda delle sollecitazioni del cervello.

Nessuno nasce “segnato”, c’è sempre tempo per imparare. Lo sapevano tutti, ma ora lo afferma anche la Scienza.

Antonio Curci

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: