La diocesi bizantina di Lungro (CS) in aiuto dei terremotati del centro Italia

Forti scosse telluriche nella notte 24 Agosto 2016 hanno causato vittime e danni ingenti nelle province di Rieti, Ascoli Piceno e di Fermo. L’Eparchia di Lungro esprime vicinanza alle popolazioni colpite e apre una sottoscrizione diocesana per i primi aiuti di emergenza.

stemma-eparchia1
Nella notte del 24 agosto tre violente scosse di terremoto hanno colpito le province di Rieti, Ascoli Piceno, di Perugia e di Fermo, causando un numero imprecisato di morti e di sfollati, danni ingenti e il crollo di numerose abitazioni e di alcune chiese in modo particolare nei centri di Accumoli (Rieti), Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) ed Amatrice (Rieti).
«La Chiesa che è in Italia – scrivono in un comunicato i Vescovi italiani – si raccoglie in preghiera per tutte le vittime ed esprime fraterna vicinanza alle popolazioni coinvolte in questo drammatico evento. Le diocesi, la rete delle parrocchie, degli istituti religiosi e delle aggregazioni laicali sono invitate ad alleviare le difficili condizioni in cui le persone sono costrette a vivere».
In conseguenza del sisma, la Presidenza della CEI ha disposto l’immediato stanziamento di 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali. La rete Caritas si è subito attivata con i suoi operatori sul posto per coordinare gli sforzi delle Caritas coinvolte  e di quelle che hanno già offerto disponibilità ad intervenire da tutta Italia e anche dall’estero.
La Presidenza della CEI ha inoltre indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane il 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite.
Invitiamo tutte le Parrocchie dell’Eparchia di Lungro ad attivarsi per la promozione in ambito parrocchiale della raccolta fondi indetta a livello nazionale Domenica 18 Settembre 2016.
Tutte le offerte dovranno essere inviate sul conto corrente postale della Curia Vescovile Lungro n. 13916879. La nostra Eparchia ha già provveduto con un immediato contributo di 5.000,00 euro.
Abbiamo la certezza che, come altre volte, sapremo tutti rispondere generosamente ai bisogni dei nostri fratelli colpiti.
Pensiero costante, soprattutto nelle celebrazioni eucaristiche domenicali, sia la raccomandazione nella preghiera per coloro che hanno lasciato improvvisamente questa vita e per i loro congiunti perché abbiano
consolazione e ritrovino serenità.
Grazie di tutto il bene che sarà possibile fare con gioia e generosità.

Comunicato Stampa
Il Direttore Caritas Eparchia di Lungro (CS)
Padre Remus Mosneag

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: