IL PUNTO G DELLA PITTURA, l’artista Joe Okitawonya Malandy prossimamente in Italia

551960_4766302278508_1778112551_nL’artista congolese Joe Okitawonya Malandy sarà prossimamente in Italia, il bel Paese culla di tutte le arti. Di fatti, il fondatore della corrente del “Poingeisme” (Puntogeismo), dopo le numerose esposizioni a St Galmier, Parigi, Lione, Anversa e Algeri, è all’Italia che rivolge lo sguardo, con l’intraprendenza, la curiosità e l’amore per il multiculturalismo che soltanto un pittore-scrittore dalle tante peregrinazioni può avere. Amante di Modigliani, Caravaggio, Michelangelo e Leonardo da Vinci, si augura di poter organizzare al più presto un’esposizione anche in Italia.

Come racconta nel suo libro “L’évangile selon Joe” (Il Vangelo secondo Joe), dopo il diploma ottenuto a Kinshasa, con un bagaglio di forti esperienze da far commuovere, lascia il lontano Congo, per laurearsi ad Algeri, dove consacra la sua fama di provocatore e distruttore di tabù con la sua tesi sul punto G della pittura.

Egli non considera la pittura come un semplice supporto per esteriorizzare le sue contraddizioni e i fantasmi del suo passato, ma le accorda un’importanza maggiore: la pittura è una donna, un essere vivente dal corpo spirituale. Una tela vergine è infatti una donna nuda e, in quanto tale, suscita emozioni profonde, in primis paura. E per superare questo timore, Joe Okitawonya non trascura mai i preliminari: prepara con cura la postazione dove dipinge, sceglie una musica di sottofondo, tende e accarezza la tela, le parla con dolcezza. Tuttavia, il punto cruciale è la ricerca del punto G della pittura, condotta attraverso le varie forme e i colori caldi o freddi che si impongono da soli. Dipingere è come fare l’amore con una donna: l’artista esplora le sue zone erogene, le forme, i colori, i formati che trasmettono a loro volta questo piacere e orgasmo visuale a chi contempla queste opere realizzate in acrilico, caffè e con tecniche miste sorprendenti.

Contatti:

http://www.joeokitawonya.com/#!contact/czpl

Giulia Cataneo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: