Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Widiba: la Banca in 3D del gruppo MPS

Francesca Rotondo 25 luglio 2017 Commenti disabilitati su Widiba: la Banca in 3D del gruppo MPS
Widiba: la Banca in 3D del gruppo MPS

«Widiba avrà un ruolo fondamentale nell’ambito del rilancio del gruppo MPS, come previsto anche dal piano di ristrutturazione. Lo farà con iniziative dirompenti e nuove. Non è un approccio che sostituisce la filiale, ma questo è un propellente importante per capire che cosa può funzionare»

Marco Morelli


«
Abbiamo incrociato gli ultimi trend della tecnologia, studiato le nuove prospettive e alcuni tra i possibili scenari che impattano il mondo della distribuzione. Abbiamo calato tutto nell’industria bancaria, individuando nuovi percorsi che attraverso forme tecnologicamente semplici ed economicamente sostenibili ci permettono di recuperare e restituire fedelmente l’esperienza di una filiale tradizionale»

Andrea Cardamone

Che la filiale bancaria sia cosa del passato è un fatto quasi scontato: ogni banca italiana oggigiorno tende ad includerne più che può e quelle rimaste cambiano aspetto e funzionalità. Ma adesso l’istituto bancario più antico al mondo – Monte dei Paschi di Siena – va oltre e lancia la prima filiale virtuale al mondo.

Fantascienza bancaria? Assolutamente no. Si tratta di un vero e proprio esperimento presentato agli inizi di luglio a Milano dall’amministratore delegato del gruppo MPS Marco Morelli e varato per novembre. Questo progetto ha un nome: Widiba home. In sostanza una realtà virtuale 3D che simula l’ambiente fisico di una filiale e in cui si “entra” per verificare conti e gestioni, seguire i titoli in portafoglio, effettuare bonifici e altre operazioni bancarie. L’investimento è sotto il mezzo milione di euro, ma potrebbe rafforzare l’esperienza dei 175mila clienti targati MPS che hanno sempre gestito il conto con i classici canali su smartphone o pc. Portando le realtà virtuali direttamente dentro le case e gli uffici degli utenti, si assecondano le loro esigenze con un modello di relazione semplificato e immediato.

In fin dei conti Widiba non è che un modo per riproporre l’esperienza bancaria tradizionale attraverso la tecnologia di ultima generazione. Un dispositivo ottico 3D, impreziosito dalla scritta “welcome to your bank“, dal logo e dal marchio di riferimento, permette di inserire il cellulare dietro le lenti e di accedere, con una specifica app, alla filiale online. Magicamente dinanzi ai propri occhi compare una “villetta” immersa nel verde e dagli ambienti ameni, dove un bell’umanoide è disponibile ad assecondare le proprie richieste 24 ore al giorno. Dentro Widiba Home il cliente interagisce con comandi oculari e vocali: basta girare lo sguardo per “puntare” i diversi servizi bancari e chiedere a voce le disposizioni desiderate.

La banca digitale senese è anche un piano di salvataggio, un modo innovativo per rilanciare il gruppo MPS a fronte del piano di ristrutturazione vistato dall’antitrust Ue. Esso ha imposto ai senesi – per autorizzare la ricapitalizzazione di Stato – di ridurre al 50% il rapporto costi/ricavi, con l’effetto che verranno chiuse 600 filiali “vere” e gli esuberi (tutti volontari e concordati col sindacato) saliranno a 5.500 in quattro anni.

Se la realtà virtuale è il presente per Widiba, la “mixed reality” (realtà mista) è il futuro prossimo. Dopo la commercializzazione a fine novembre, si darà inizio alla seconda fase del progetto, che vede una partnership con Microsoft. Questa consentirà l’utilizzo di HoloLens, il primo computer olografico che consente al mondo reale di fondersi con il virtuale. Tramite una visiera trasparente sulla quale vengono proiettati ologrammi di documenti da firmare o di operazioni da confermare, il cliente potrà contattare i consulenti MPS in carne ed ossa. Sarà possibile condividere informazioni, sottoscrivere mutui e prestiti e operare in svariate modalità. «Il futuro appartiene alle aziende che sapranno sfruttare i dati per trarne informazioni strategiche e offrire ai clienti servizi nuovi ed esperienze sempre più complete». Con queste parole l’amministratore delegato di Microsoft Italia Carlo Purassanta, in diretta da Washington, ha presentato l’esperienza di accompagnamento e arricchimento di Widiba.

Francesca Rotondo

Comments are closed.