Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

[VIDEO] Icone russe in mostra a Bari presso il castello normanno-svevo

Antonio Calisi 4 maggio 2018 Commenti disabilitati su [VIDEO] Icone russe in mostra a Bari presso il castello normanno-svevo
[VIDEO] Icone russe in mostra a Bari presso il castello normanno-svevo

“L’icona russa: preghiera e misericordia” è questo il tema della mostra che raccoglie 36 icone russe del XVII-XVIII secolo provenienti dalle collezioni di due musei di Mosca fino al 30 giugno presso il castello normanno-svevo di Bari..

La mostra è stata aperta al pubblico il 1° maggio dopo il grande successo, da ottobre a dicembre 2017, al Museo di Roma di Palazzo Braschi, in occasione del 25mo anniversario delle relazioni diplomatiche ufficiali tra la Federazione Russa e il Sovrano Ordine di Malta e da dicembre a febbraio 2018 nella Polveriera Napoleonica Contrada Garzoni di Palmanova.

Il tema e l’idea della mostra sono dettati dalla profonda comunanza di ideali di vita esistente tra i cristiani d’Oriente ed Occidente, per i quali la preghiera e la misericordia sono elementi fondamentali della vita quotidiana.

È simbolico che la mostra di icone russe appartenenti a due musei moscoviti, il Museo Andrej Rublëv e il Museo dell’Icona Russa, sia organizzata nella città di Bari, dove si custodiscono le reliquie di san Nicola di Myra, uno dei santi più misericordiosi del cristianesimo delle origini, venerato sia in Oriente che in Occidente.

Fin dai tempi antichi, Bari è associata nella coscienza dei russi a queste reliquie e nel XIV-XV secolo la si raffigurava sulle icone di San Nicola nella scena della traslazione delle sue reliquie da Myra a Bari. Verso la fine del XVII nel XVIII secolo la città di Bari venne minuziosamente descritta dai viaggiatori russi che illustravano ai propri conterranei l’aspetto della sua fortezza, le abitazioni, le chiese, i monasteri e l’aspetto della basilica di San Nicola, la vastità e la bellezza della sua cripta, dove sotto l’altare riposano le spoglie del Santo.

In questa mostra si è voluto presentare le icone del XVII-XVIII secolo, al fine di far conoscere agli spettatori le icone russe di un’epoca di intenso avvicinamento culturale tra la Russia e l’Europa. Per la Russia questa è stata un’epoca di profondi cambiamenti in tutte le sfere della vita, anche in campo artistico con la nascita di una pittura profana di tipo occidentale. Nella pittura di icone si iniziarono a cercare forme concrete di raffigurazione del mondo reale e nel tessuto artistico penetrarono elementi barocchi. Le icone dipinte in questo stile occupano il posto centrale nella mostra. La sintesi fra stile nuovo e tradizionale si riconosce con particolare efficacia nelle icone dei santi della Chiesa russa presenti in mostra.

Antonio Calisi

Comments are closed.