Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

[VIDEO] A Cosenza, il poeta Visar Zhiti che ha vissuto nelle carceri comuniste in Albania

Antonio Calisi 15 maggio 2017 Commenti disabilitati su [VIDEO] A Cosenza, il poeta Visar Zhiti che ha vissuto nelle carceri comuniste in Albania
[VIDEO] A Cosenza, il poeta Visar Zhiti che ha vissuto nelle carceri comuniste in Albania

Domenica 14 maggio alle ore 17,00 il poeta albanese Visar Zhiti (Durazzo, 1952) è stato ospitato a Cosenza dalla comunità italo-albanese in occasione di eventi culturali organizzati da padre Pietro Lanza parroco della parrocchia del SS. Salvatore in Cosenza.

Ad accogliere uno dei più grandi poeti del XX secolo, mons. Donato Oliverio vescovo di Lungro (CS) degli Italo-Albanesi dell’Italia continentale.

Con l’Articolo 55, in cui si condannavano coloro che avessero fatto propaganda contro lo stato comunista nell’Albania di Enver Hoxha, moltissimi credenti e tanti artisti e intellettuali finirono in prigione o davanti al plotone di esecuzione.

Nel 1979 anche i versi del poeta cristiano Visar Zhiti, furono portati in tribunale e letti dall’accusa come metafora della dittatura di Hoxha, dove sarà processato e condannato a dieci anni di lavori forzati nelle miniere di rame. Durante la sua prigionia compose e memorizzò quasi cento poesie per non perdere la ragione.

Visar Zhiti verrà scarcerato il 28 gennaio 1987 e obbligato a lavorare in una fabbrica di mattoni come operaio.

Nella serata il poeta ha ricordato i momenti terribili della dittatura comunista e della sua prigionia. Ha rievocato i sacerdoti cattolici che con lui hanno condiviso le stesse sofferenze i quali mostravano uno spirito forte e davano coraggio agli altri. Di nascosto riuscivano a celebrare la messa, battezzavano e distribuivano l’Eucaristia con pezzi di pane che ricavavano dalla razione quotidiana.

La serata si è conclusa con un recital del canta-attore Pino Cacozza.

Antonio Calisi

Comments are closed.