[VIDEO] A Bari il teatro dell’assurdo con “Il Calapranzi” di Harold Pinter

La compagnia “Il Teatro delle Molecole” ha messo in scena al teatro Bravò di Bari il 2 dicembre alle ore 21,00, “Il Calapranzi” con Domenico Carusi nei panni di Ben e Claudio Bortoluzzi in quelli di Gus.

In uno misero e claustrofobico seminterrato si muovono due personaggi, Ben e Gus, che tra discorsi stupidi e frasi senza significato condividono una lunga e estenuante attesa per portare a termine un delitto “professionale”.

Harold Pinter (Premio Nobel per la letteratura) ho scritto nel 1957 questo atto unico ritenuto un baluardo del teatro dell’assurdo sull’esempio di Samuel Beckett che qualche anno prima aveva presentato la sua opera eccellente “Aspettando Godot”. In effetti è beckettiana anche nel Calapranzi il clima di attesa di qualcheduno che non verrà mai, tuttavia l’opera di Pinter inserisce qualche cosa in più: l’allegoria oggi ancora più reale dei poteri forti e occulti che sovrastano tutti, servi e nemici. Il Calapranzi accusa il dominio incontrastato di queste forze, ma non dà risposte o soluzioni.

Lo sconvolgente finale, anche esso esteriormente irrazionale, lascia titubanze nel pubblico che sarà obbligato a suo modo a “pensare”, ma che lascia anche una speranza.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: