Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Time zones: sulla via delle musiche possibili

Silvia Di Conno 23 ottobre 2017 Commenti disabilitati su Time zones: sulla via delle musiche possibili
Time zones: sulla via delle musiche possibili

Il 13 ottobre si è avviata a Bari la trentaduesima edizione di “Time zones: sulla via delle musiche possibili”, una rassegna musicale che si svolgerà fino all’11 novembre tra Bari e Molfetta e in cui la parola d’ordine è la sperimentazione, come ha sostenuto in conferenza stampa il direttore artistico Gianluigi Trevisi.
Dal 13 al 15 ottobre le nuove realtà Turukù, Rumori di scena e Peekaboom sono stati al centro dell’avvio di quest’edizione di “Time zones”. Il 20 ottobre gli spazi di Cinema Royal sono stati animati dai tedeschi Saroos -la cui musica è un progetto oscillante tra elettronica e post-rock- e dal sassofonista e compositore Jon Gibson, accompagnato sul palco dal compositore e performer Britton Powell.
Sabato 21 Alexander Hacke e Danielle De Picciotto hanno tenuto un concerto all’Eremo club di Molfetta in cui hanno presentato l’album “Perseverantia”. Hacke nel 1980 è entrato come chitarrista e produttore negli Einstürzende Neubauten e nel 2005 ha pubblicato l’album solista “Sanctuary”. De Picciotto è un’artista multimediale americana e cantante degli Space Cowboys.
Il 27 ottobre, nell’auditorium Showville a Bari, Jeff Mills, “leggendario inventore della musica techno”, presenterà in esclusiva nazionale l’ultima versione di The Trip.
Sabato 28 ottobre all’Eremo club di Molfetta si terranno quattro esibizioni tra cui quella di Bebawinigi, compositrice, cantante, polistrumentista ed attrice e di Dj Lag, riconosciuto come il principale promotore della gqom, il nuovo ritmo della musica house sudafricana, in particolare della città di Durban.
Il 10 novembre all’auditorium barese Vallisa si esibirà Markus Acher, cantante e chitarrista dei Notwist, ex-membro dei Lali Puna e fondatore dell’etichetta Alien Transistor. L’album “Rayon”, sperimentazione musicale che fonde il genere elettronico e post-exotico, sarà al centro di questa sua esibizione.
L’ 11 novembre la rassegna Time Zones sarà conclusa presso l’auditorium Vallisa con Panji & Feldmanghosts: danze tipiche di Giava, scrittura e materiali elettroacustici si combineranno all’insegna dell’improvvisazione.

Dal 7 al 9 novembre, grazie alla collaborazione -anche per quest’edizione- fra Time Zones e la compagnia Diaghilev, si terrà una piccola rassegna letteraria intitolata “Literature e le direzioni del racconto”, sotto la guida dell’attore e regista Paolo Panaro.
Gli appuntamenti di questa rassegna letteraria si terranno tutti presso l’Auditorium Vallisa: il 7 novembre è previsto l’incontro con il chitarrista e compositore Christian Lavernier che attuerà un lavoro sulla poesia italiana dal 1200 al 1500.
Il 9 novembre il musicista e compositore Paki Zennaro e Paolo Panaro terranno un incontro incentrato su “Bacco in Toscana”, opera di Francesco Redi risalente al 1685.
Il 10 novembre il chitarrista Pietro Romano Matarrese si esibirà con “Les Maudits”.

Silvia Di Conno

Comments are closed.