Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Savino Zaba con “Parole parole…alla Radio”

Antonio Curci 18 ottobre 2017 Commenti disabilitati su Savino Zaba con “Parole parole…alla Radio”
Savino Zaba con “Parole parole…alla Radio”

«La radio è una palestra straordinaria e la sua forza è la grandissima agilità…si avvale del potere della parola e della venerazione per la fantasia», sono le parole di Renzo Arbore nella prefazione del libro “Parole parole…alla Radio”, edito da Graus Editore e scritto da Savino Zaba, conduttore radiofonico e televisivo, attore.

L’autore, che lo scorso 24 giugno ha festeggiato trent’anni di radio, ricorda che Renzo Arbore, insieme a Gianni Boncompagni, ha rivoluzionato il modo di fare radio con programmi come “Bandiera Gialla” del 1965, e poi con “Alto Gradimento”, trasmissioni nelle quali si usava il linguaggio “parlato”, improvvisato, e non più il “parlato-scritto”, quello disciplinato da regole severe, con copioni che prima di andare in onda dovevano essere visionati da un comitato di censura.

Nel suo saggio storico-linguistico, Zaba racconta di come la radio continui a conservare la sua magia: è un’amica fedele, una meravigliosa compagna di vita con 36milioni di persone che ogni giorno la accendono anche solo per cinque minuti. Agli “stralci di conversazione” del libro hanno partecipato amici e colleghi radiofonici, da Carlo Conti a Linus, da Michele Mirabella a Enrico Vaime, da Zap Mangusta a Rosaria Renna.

Il libro verrà presentato:

–          giovedì 19 ottobre 2017, ore 19.30, a Il Libro Possibile Cafè nel Castello di Conversano (Ba) e per l’occasione interverranno Marco Montrone e Alan Palmieri, rispettivamente Presidente e Station Manager di Radionorba.

–          venerdì 20 ottobre 2017, ore 19.00,  al Caffè d’Arte di Bari, qui interverranno Cesare Veronico, Direttore artistico di Puglia Sounds e la giornalista Annamaria Ferretti.

Comments are closed.