Ritrovati due quadri di Van Gogh finiti in mano alla Camorra

van-gogh-570497-610x431

Erano finiti nelle mani della Camorra i due quadri di Van Gogh, del valore totale di 100 milioni di dollari, trafugati il 7 dicembre del 2002 dal Van Gogh Museum di Amsterdam, insieme ad altri dipinti. La Guardia di Finanza di Napoli ha recuperato i due capolavori nascosti presso Castellamare di Stabia, nell’ambito di un’operazione di sequestro patrimoniale nei confronti di un gruppo camorristico dedito al traffico internazionale di cocaina.

Delle due tele dipinte ad olio si era persa traccia 14 anni fa, nonostante già un anno dopo il furto dal museo fossero stati arrestati alcuni membri della banda criminale. Il loro ritrovamento, dunque, costituisce un’ulteriore testimonianza dell’impegno dell’Italia nella lotta al traffico illecito di opere d’arte, considerate dalle organizzazioni criminali come una forma di investimento, se non di finanziamento.

La Spiaggia di Scheveningen (1882) era stato realizzato da Vincent Van Gogh (1853-1890) all’aria aperta, posizionando la propria tela sul cavalletto di fronte alla spiaggia situata nei dintorni de L’Aja; si tramanda che le folate di vento, particolarmente forti in quella giornata, avessero trascinato dei granelli di sabbia che si sarebbero quindi attaccati al colore fresco del dipinto, contribuendo così a rendere ancora più suggestiva l’atmosfera creata da un cielo nuvoloso e da un mare agitato e spumoso. Il secondo quadro, anch’esso dipinto ad olio su tela, rappresenta invece Una congregazione che lascia la Chiesa di Nuenen (1884). Entrambi vengono riferiti al primo periodo dell’artista.

Lo straordinario recupero dei due dipinti da parte della Procura di Napoli e della Guardia di Finanza ha meritato i complimenti sia del ministro dei Beni culturali e turismo Dario Franceschini, sia quelli del premier Matteo Renzi, il quale a sua volta ha comunicato la notizia al premier olandese Mark Rutte. Dall’Olanda arrivano anche le congratulazioni e la gratitudine del direttore del museo Van Gogh di Amsterdam Axel Ruger, che commenta ai giornalisti: «Questa è veramente una giornata emozionante. Siamo contentissimi che i quadri siano stati ritrovati. Per noi è un sogno averli ritrovati e poterli portare a casa. Siamo immensamente grati all’Italia».

 

Claudia Pruner

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: