Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

“Quello che le donne…”, laboratorio presso la Sala Mostre a Triggiano

Martina Ragone 19 marzo 2018 Commenti disabilitati su “Quello che le donne…”, laboratorio presso la Sala Mostre a Triggiano
“Quello che le donne…”, laboratorio presso la Sala Mostre a Triggiano

bty

Il 7 marzo 2018, in occasione dell’imminente festa della donna, nella Sala Mostre “Palazzo Pontrelli” di Triggiano si è svolto l’evento “Quello che le donne…”, un laboratorio di lettura, musica e pittura a cura di Mariella Procaccio, Giorgia de Santis, Virginia Sassaroli e Daniela Sersale. Mariella Procaccio dirige l’associazione “Circoli Virtuosi” di Triggiano; Giorgia de Santis è una violinista e Virginia Sassaroli, una chitarrista, entrambe studentesse del conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari; Daniela Sersale dirige l’Associazione “Artesana” che organizza corsi di pittura e disegno a bambini e adulti, nel centro storico della cittadina. La serata è stata all’insegna della bellezza di tutte le arti, dalla musica alla letteratura e infine alla pittura. Si sono alternate letture intense a brani musicali, suonati in maniera profonda e passionale. Sono stati trattati vari testi e temi a partire da quelli più antichi come il “Simposio” di Platone, da cui è stato letto il passo sul mito dell’Androgino e il dialogo tra Socrate e Diotima sulla natura di Eros, all’ “Arte di amare” di Eric Fromm, fino alla favoletta tratta da “La filosofia in ottantadue favole” del filosofo contemporaneo Bencivenga sui granelli di sabbia che si congiungono in un’unione indissolubile e perfetta d’amore, ma poi destinati a separarsi per sempre da una sfortunata folata di vento. Tra gli altri testi letti “Le cose dell’amore” di U. Galimberti, “L’amore è tutto” di M. Marzano, “Riflessioni sull’amore” di L.A. Salome, “Il bene e il bello” di E. Bencivenga; “Il giardino delle idee” di S. Veca e “La manomissione delle parole” di G. Carofiglio. Le musiciste hanno tratto i loro brani da varie colonne sonore: “Gabriel’s oboe” di Ennio Morricone, “La foule” di Edith Piaf, “Moon River” di Henry Mancini, “Buongiorno principessa” di Nicola Piovani, “La vie en rose” di Edith Piaf, “Valzer del commiato” di Nino Rota, “Il Postino” di Luis Bacalov, “Comptine d’un autre été” e “Valzer d’Amelie” di Yann Tiersen.
Durante l’esecuzione Mariella Procaccio ha scritto su un cartellone i principali punti di riflessione dei brani letti, in maniera tale che al termine della discussione si è innescato un vero e proprio dibattito con il pubblico presente, insieme al laboratorio di pittura di Daniela. Chi voleva poteva dipingere su un foglio il tema che lo aveva colpito di più o semplicemente le impressioni che aveva provato durante la serata. Nella sala, inoltre, era possibile anche ammirare la mostra dei quadri con soggetti femminili dell’artista Gaetano Laterza insieme a quelli realizzati dai bambini del laboratorio “Artesana”.
Una serata ben riuscita, che ha portato alla rivalutazione di alcuni temi scontati come amore e bellezza. Sono stati sfatati molti stereotipi, per esempio quello dell’amore che si crede colmi un vuoto interiore trovando la persona giusta, anche se in realtà questo vuoto non si potrà mai colmare, ma solo attraversare insieme; oppure la bellezza, che, in un mondo ormai globalizzato e superficiale, si attiene solo all’aspetto meramente esteriore e non va in profondità, quando in realtà è presente anche dove esteticamente non è rilevata, nell’interiorità o in dettagli non subito visibili. Il tutto è stato coronato dalla soave musica e dalla luminosa pittura, espressione sonora e visiva della Bellezza.
Martina Ragone

Comments are closed.