Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Primo concorso di poesia”Antonio La Gioia”

Martina Ragone 19 marzo 2018 Commenti disabilitati su Primo concorso di poesia”Antonio La Gioia”
Primo concorso di poesia”Antonio La Gioia”

Giovedì 11 gennaio 2018, nella sala teatro della scuola secondaria di primo grado “San Giovanni Bosco”, alle 18.30, si è svolta la premiazione del primo concorso dedicato ad Antonio La Gioia. Costui era uno scultore triggianese che amava creare disegni che elaborava con diversi mezzi grafici e che in seguito riportava su pietra calcarea, legno e marmi. Fece anche parte della costruzione del Palazzo dell’Acquedotto Pugliese, del Palazzo della Provincia di Bari e in Albania realizzò capitelli, pilastri e travi per il Palazzo del Governo di Tirana. Infine nel 1925 realizzò il monumento ai caduti che si trova in Piazza Vittorio Veneto a Triggiano.
L’evento è stato promosso dall’associazione FAP-ACLI, che opera da qualche anno a Triggiano, al fine del miglioramento della condizione di pensionati ed anziani e del coinvolgimento di giovani che desiderano inserirsi nel sociale e nel mondo del lavoro.
Per il concorso, volto a commemorare questo scultore, sono state presentate 36 poesie e ne sono state lette 10. Ogni lettura è stata intervallata da vari brani musicali eseguiti dalla violinista Giorgia de Santis e dalla chitarrista Virginia Sassaroli, tra cui “Oblivion” di Astor Piazzolla, “La vita è bella” di Nicola Piovani, “A time for us” di Nino Rota, “Libertango” di Astor Piazzolla, “Now we are free” di Hans Zimmer e “Amara terra mia” di Domenico Modugno.
Poi c’è stata la premiazione. La giuria era composta dalla dott.ssa Procaccio Mariella, laureata in filosofia e presidente dell’Associazione Culturale “Circuli virtuosi”; dall’avv. Giuseppe La Cara, segretario del concorso; da Rocco Dicillo, professore emerito di italiano e latino presso i Licei di Stato; il prof. Enzo di Gioia, operatore artistico e docente di Disegno e Storia dell’Arte; dalla prof.ssa Giovanna Pesce che ha insegnato per trentotto anni nella Scuola Elementare di Stato e il prof. Nicola Rosselli, laureto in lettere moderne che ha insegnato presso il liceo “Cartesio di Triggiano”.
Hanno vinto quattro poesie: al primo posto Salomone Carlo con “Novella”; al secondo posto Arianna Napoletano con “Mia dolce Rosetta”; al terzo posto Valerio Campobasso con “In un gioco infinito di specchi”; al quarto posto Vito Tursi con “L’uomo nei secoli”. I premi sono stati tre assegni per i primi tre posti e un gioiello di Mele Gioielli per il quarto posto.
Per concludere, c’è stato un piccolo rinfresco con i tipici prodotti locali.
Un evento all’insegna della bellezza della poesia e della musica, due forme d’arte così diverse, ma così vicine e volte alla valorizzazione del disegno, un mezzo di espressione anteriore alla scrittura e, talvolta, più immediato di quest’ultima che, però, «comprende senza spiegare e chiarisce senza definire».
Martina Ragone

Comments are closed.