Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Patrizia Rossini presenta il suo libro “PUNTO e a CAPO – in nome dell’amore”

Antonio Curci 8 luglio 2016 Commenti disabilitati su Patrizia Rossini presenta il suo libro “PUNTO e a CAPO – in nome dell’amore”
Patrizia Rossini presenta il suo libro “PUNTO e a CAPO – in nome dell’amore”

Ci sono libri che vanno in profondità, discorrono con noi, ci consigliano e si legano a noi con una sorta di familiarità attiva e penetrante(F.Pessoa)

rossini

Lunedì 11 luglio, alle 19.00, presso Cantalao Theatre Lab, nell’ambito della rassegna “al TRAMONTO con L’AUTORE”, Patrizia Rossini presenta il suo ultimo libro “PUNTO e a CAPO – in nome dell’amore“. La serata sarà animata dalle letture delle attrici Caterina Firinu, Antonella Genga e Marilù Quercia, dal violino di Fabio Losito e dal canto di Esther Bux. A condurre l’evento sarà Anna Conte, speaker di Radionorba.

L’incontro con Patrizia Rossini e il suo libro si concluderà con un dolcissimo momento fatto di granatine e dolcetti.

“Quelli che mi lasciano  senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere

vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle

 e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira” (J.D. Salinger)

Cantalao Theatre Lab

c/o la sede  di Cantalao Via Torre Tresca 4/6 Bari (zona Santa Fara)

a 200m dalla tangenziale uscita 10/a

 

Il libro

punto-e-a-capoPatrizia Rossini racconta la storia di Nina dall’età di sei anni fino all’età matura. La vita di Nina è costellata da varie forme di violenza perpetrate dagli uomini ai danni delle donne, di quelle violenze che non si percepiscono visivamente ma che, tuttavia, lasciano profondi segni nell’anima, che ti creano un vuoto profondo, un senso di disagio difficile da colmare. Scrivere una storia di violenze non è facile. è un argomento difficile da trattare perché porta sistematicamente tutti ad allontanarsi e a pensare che trattasi di “altro” da noi e che mai ci potrà riguardare. Eppure di violenze ormai si scrive e si parla giornalmente, ma si parla soprattutto di femminicidi. Fa più clamore. Si parla e si scrive ancora molto poco di quelle forme di violenza che vengono perpetrate nelle mura domestiche da mariti, compagni, fidanzati, da parenti e, quindi, di stupri e pedofilia, e proprio di queste violenze racconta l’autrice nel romanzo, con una scrittura lieve e morbida, accompagnando il lettore fino all’ultima riga.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.