Palio 16 agosto 2017, dinamica ed emozionante vittoria dell’Onda

Al Palio del 2 luglio segue sempre quello del 16 agosto dedicato alla Madonna dell’Assunta. Quest’anno il drappellone è stato realizzato dall’artista anglo-americana Sinta Tantra per il bicentenario della nascita dell’artista senese Giovanni Duprè.
Nell’ immagine, in primo piano è evidente il richiamo alla Saffo abbandonata, opera marmorea dello stesso Duprè nel 1857, oggi esposta alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. L’artista ha reso con un’ impronta pop, di impostazione grafica, la posa pacata ed armoniosa di una delle figure più celebri della letteratura greca, nell’atto in cui medita il suicidio. L’immagine della statua della poetessa greca è collocata tra due ordini di colonne, in contrasto con la figura spirituale in alto della Madonna Assunta in cielo, così stilizzata da apparire un ricamo dorato. La donna è collocata nella volta di un arco dove sono illustrati i 10 stemmi delle contrade. Lo sfondo presenta un angolo della città con una piccola Chiesa tra due alberi, uno verde brillante simile ad un’esotica palma e l’altro maggiormente stilizzato nel suo bianco e nero, un ipotetico incontro tra i colori di Siena e quelli dell’isola indonesiana di Bali, zona originaria dell’artista. Al colore si dà molta importanza, prediligendo diffusi grafismi e astrazioni cromatiche semiellittiche dalle tonalità dense e vivaci, come l’azzurro e l’arancione. In basso l’artista ha impresso sulla seta la data a caratteri romani e il termine “Palio” con i relativi stemmi correlati.
Per quanto riguarda il Palio vero e proprio, attorno alle 14.30 si è tenuta la Benedizione dei cavalli e dei fantini. Alle 15.50 è partito il Corteo storico da piazza del Duomo con le Contrade che hanno seguito l’ordine di trifora (Chiocciola, Selva, Oca, Valdimontone, Torre, Istrice, Onda, Lupa, Aquila e Bruco) per poi raggiungere, alle 16.50, Piazza del Campo. Prima dell’ingresso del Corteo storico si è svolta la tradizionale e dinamica carica del drappello dei Carabinieri a cavallo.
Dopo la lunghissima sfilata che ha visto la partecipazione di una piazza gremita ed entusiasta, alle 19 il drappellone è stato issato sul Palco dei Giudici, in concomitanza alla sbandierata finale, detta “della Vittoria” dei diciassette alfieri di tutte le Contrade.
L’ ordine nei canapi è stato il seguente: Valdimontone, Chiocciola, Onda, Aquila, Torre, Bruco, Selva, Oca e Istrice di rincorsa. La contrada della Lupa non ha partecipato, in quanto il Collegio veterinario ha deciso la ritirata del cavallo, su consenso anche del sindaco Bruno Valentini, per un’insorta zoppia all’arto posteriore destro. Dopo due tentativi di allineamento e qualche battibecco tra Onda e Torre, al terzo allineamento, partenza con ottimo scatto di Chiocciola, Onda e Valdimontone. La Chiocciola in testa per due giri. Intanto cadono Istrice, Torre e Bruco.
Ma all’ultimo giro, l’Onda è passa in testa all’ultimo San Martino e vince il Palio di Siena del 16 agosto 2017 con Carlo Sanna detto Brigante su Porto Alabe, conquistando il drappellone in onore dell’artista Giovanni Duprè, proprio originario di quella contrada. Anche questo Palio, come sempre, ha catturato l’attenzione dei numerosi turisti, spettatori e contradaioli, riuniti in Piazza del Campo come un’unica famiglia.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: