Il Palazzo dell’Acqua riapre al pubblico

Lo storico Palazzo dell’Acqua, via Cognetti 36 -BA, ha riaperto i battenti il 14 ottobre, proponendo ai suoi visitatori numerose esposizioni. Ogni sabato e domenica sono organizzate visite guidate, dalle 10.00 alle 12.00, su prenotazione.

Al piano terra, si possono osservare le attrezzature e gli strumenti dei primi del 900, le foto storiche che documentano la costruzione “del più grande acquedotto del mondo” e dei suoi momenti istituzionali fondamentali. Accanto al museo della storia dell’Acquedotto Pugliese e al museo di archeologia industriale, è stato ricreato un piccolo laboratorio chimico risalente agli anni trenta. La visita prosegue al primo piano tra splendidi affreschi, arredi fissi e mobili, salottini. Al secondo piano, i mobili più originali realizzati dal “decoratore” Duilio Cambellotti. Fino al 5 novembre, il palazzo ospiterà anche una mostra d’arte contemporanea dal titolo “Water Shapes” tra suggestioni metafisiche, mondi enigmatici e filosofie spirituali.

Tale percorso ha il fine di valorizzare un edificio dal grande valore simbolico: si tratta di un gioiello di architettura “neo-romanica di transizione” che ricorda la conquista dell’acqua per la Puglia. Situato nel cuore di Bari, il palazzo è di per sé racconto dell’impresa di portare l’acqua in questa regione assetata, migliorando la vita di tutti.

 

Giulia Cataneo

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: