“Note di Notte”, un festival per un estate d’amore, di passione e di pace

manifesto 70x100 SENZAIl Festival “Note di Notte” è un percorso artistico e musicale che affonda le sue radici nella nostra realtà artistica per dirigere i suoi rami verso il resto del mondo. Un contenitore di idee e progetti aperto a tutti coloro che desiderano gustare la bellezza della cultura in tutte le sue sfumature.

Questo è il filo conduttore del Festival che, nella direzione artistica di Luciano Tarantino, propone nell’edizione 2016 un programma ricco e raffinato che condurrà lo spettatore dalla Francia all’Argentina e poi in cammino per il mondo.

Un viaggio nell’animo umano alla ricerca di sensazioni perdute o dimenticate: amore, passione, devozione, pace.

Il Festival “Note di Notte” apre i sipari il 20 Luglio presso il Chiostro della Basilica Reale della Madonna del Pozzo con l’Opera Pocket “La Traviata” raccontata da Michele Mirabella, con Natalizia Carone nel ruolo di Violetta, Leonardo Gramegna per Alfredo e Luca Simonetti per Germont e con l’accompagnamento musicale dell’Ensemble Umberto Giordano di Foggia (Gianna Fratta al pianoforte, Dino De Palma al violino e Luciano Tarantino al Violoncello). Ci saranno tutte le componenti dell’opera classica, musica, cantanti, scene, costumi. L’Opera Pocket è ormai molto diffusa nel mondo e permette di avvicinare più persone alla lirica, un genere musicale talvolta di difficile approccio.

A seguire, il 21 Luglio, presso la Villa Comunale, si parte per l’Argentina con lo spettacolo “TANGO!” Italia Argentina – Andata e Ritorno” a cura dei Tango Sonos, due fratelli, Antonio e Nicola Ippolito, (bandoneon e un pianoforte), definiti “un’intera orchestra di due elementi” e dei ballerini campioni d’Italia Michele Lobefaro & Emanuela Benagiano.

L’ultima serata, il 22 luglio – sempre presso la Villa Comunale – sarà un’esperienza interiore, un viaggio fisico ed emozionale accompagnato da musiche antiche, perse e ritrovate, per condurre lo spettatore verso la propria rinascita. Assisteremo ad uno spettacolo molto intenso in cui si mescoleranno musica, poesia e immagini. Sul palco La Cantiga de la Serena con Nabil Bey (leader dei Radiodervish), voce e voce recitante, le immagini del fotografo Daniele Coricciati e ospite speciale alle percussioni Pippo D’Ambrosio. I canti attingono al repertorio della musica tradizionale araba, mentre i testi saranno tratti dal libro “Le mie poesie più belle” del poeta siriano Nizar Qabbani, tradotto dallo stesso Nabil.

Info: e-mail: info@notedinottecapurso.it

tel: 3471243104

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: