“Nessun parli”, giornata della musica e delle arti a Triggiano

 

A Triggiano, il 21 novembre 2017, presso la scuola secondaria di I grado “De Amicis-Dizonno”, si è svolta la Giornata della musica e delle arti 2017 “Nessun parli”.
Dalle ore 10,15 alle 13-15, presso il plesso “De Amicis”, i docenti di strumento Bucci di tromba, Lisi di violino, Marzovilla di percussioni e Giodice di clarinetto, si sono esibiti con i propri allievi in vari punti dell’edificio. Tra i brani “Billie Jean”, il “Canone di Pachelbel”, “Heavy Rocking”, “La vita è bella” e “When the Saints go Marching in”.
Ospite occasionale, il musico terapeuta Rocco Peconio, che ha tenuto nell’atrio della scuola un incontro su “Musica tra arte e terapia”. È stato montato un telo per proiettare immagini e visionare esperienze sonoro-musicali. Al termine dei filmati sono state effettuate improvvisazioni ritmico/melodiche con il supporto di strumenti a percussione e un pianoforte digitale.
Per l’evento sono state sospese le consuete lezioni, organizzando attività che hanno consentito anche alle altre materie di affrontare argomenti vicini all’arte, come la percezione dei suoni e dei colori con gli organi di senso. Per esempio, la docente Moccia si è occupata di “La musica e l’arte nelle parole. Lettura e creazione di Limericks, filastrocche e calligrammi” e la docente di inglese Cazzato della storia della band “The temptations” con ascolto e comprensione della canzone “Get ready”.
Per quanto concerne l’incontro tra musica e parola, la docente di italiano Annamaria Valerio si è impegnata in “Musica e poesia”: lettura di testi poetici musicali con ascolto di brani descrittivi abbinati alle poesie: “La Primavera” dal concerto “le quattro stagioni” di Vivaldi e “Sinfonia n. 6, Pastorale” di Beethoven.
La musica è anche matematica, e per questo la docente di matematica Antonella Martiriggiano ha affrontato il rapporto tra le frazioni e la musica.
Nel plesso “Dizonno”, dalle ore 11 alle 14, il programma è stato simile. I docenti di strumento Giannelli di pianoforte, Bozzi di flauto traverso, Iacobelli di violino, Ottolino di chitarra, si sono esibiti in brani solistici e di musica vocale e strumentale, posizionandosi nell’aula magna e in auditorium. In particolare, il docente Ottolino ha suonato e conversato sul tema: “A spasso con la chitarra”, una lezione concerto sull’evoluzione della chitarra e delle prassi esecutive dal barocco ad oggi.
La professoressa di pianoforte Giannelli, nell’aula magna, ha conversato sui temi: “Le donne compositrici”, “La musica popolare triggianese” e “I compositori della Puglia”. Gli argomenti sono stati accompagnati dall’esecuzione dal vivo di brani, tra cui “Libertango” di Piazzolla; “Il postino” di Bacalov; “Il buono, il brutto e il cattivo” di Morricone e “Nel blu dipinto di blu” di Modugno.
Anche qui i docenti della scuola si sono impegnati a tenere lezioni alternative, sempre concernenti la musica. Per esempio, la docente di inglese Mariella Silvestri si è occupata di karaoke, ascolto e canto di brani inglesi. Le professoresse Abbrescia e Pannarale hanno confrontato i suoni della natura e le onomatopee nella narrazione e tutti gli insegnanti di scienze delle III classi hanno affrontato l’argomento sugli apparati vocale ed uditivo.
È stata una giornata alternativa rispetto alle consuete lezioni, si è percepito un grande entusiasmo da parte di docenti e studenti sia nell’ascolto della musica, sia nel confronto e nei collegamenti interessanti con le altre discipline.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: