A Martina Franca “Arte Franca Doc”, il Festival di origine creativa

Cisco
Cisco

La Municipale Balcanica, CiscoDiodato, Roberto Dell’Era e D’Erasmo:sono questi alcuni dei protagonisti dell’estate che il Laboratorio urbano Arte Franca e l’Ass. Terra Terra proporranno a Martina Franca, presso la Villa del  Carminedal 9 all’11 agosto prossimi.

Ritorna “ARTE FRANCA DOC_Festival di origine creativa”, il festival, realizzato grazie al sostegno di Comune di Martina Franca e dalla Regione Puglia che unisce forme artistiche e creative fra le più varie, quest’anno accomunate da un unico comune denominatore: il Mediterraneo.

Le vicende di questi ultimi mesi, che hanno visto la nostra Città essere presente, in prima linea, nell’accoglienza di migranti e rifugiati politici provenienti da tutta l’area del Mediterraneo, ci hanno spinto ad “allungare” lo sguardo verso un “altrove”: durante questa seconda edizione di Arte Franca Doc si rifletterà, grazie anche agli interventi di artisti ed esperti, sul tema dell’integrazione, della multiculturalità e della necessità di aprire porte e menti come unica strada da intraprendere.

Per tre giorni la Villa del Carmine e l’anfiteatro della Pace, sede del Laboratorio urbano Arte Franca gestito dal Kismet, continueranno a essere luogo di incontro di esperienze, forme creative disparate, nel segno della sinergia fra più realtà associative locali, con l’obiettivo di potenziare questo pezzo di Puglia attraverso la musica, l’intrattenimento, ma anche per mezzo della valorizzazione delle sue architetture e del patrimonio enogastronomico.

Tante le novità e tante le conferme di questa seconda edizione: ad aprire la rassegna targata 2014 l’evento finale del progetto “FeF Fave e Foglie”organizzato dall’Ass. Terra Terra, che vedrà sfidarsi sul palco i vincitori del videocontest. L’associazione, consapevole che la tradizione vada salvaguardata, ma non messa in bacheca come in un museo, ha pensato di valorizzare questo retaggio, questa antica eredità, attraverso l’utilizzo dei nuovi media e di un evento che coinvolgerà direttamente il pubblico, i cittadini, custodi dei segreti culinari tradizionali, al fine, quindi, di coinvolgere anche e soprattutto le nuove generazioni. Sabato 9 agosto, infatti, si terrà l’evento conclusivo di FeF: per tutto il mese di luglio sono stati raccolti dei videocontest che riprendevano la preparazione del purè di fave; sabato 9 verrà sancita l’elezione di “Miss/mister cucchiara d’oro” con uno show cooking. I protagonisti dei tre video più votati nel videocontest potranno cucinare davanti ad una giuria scelta da Slow Food e mettere in gioco le proprie conoscenze culinarie. Si sfideranno nella preparazione dei contorni delle fave, le “foglie” appunto. A seguire le sonorità world fusion della Municipale Balcanica, che condivideranno con il pubblico di Martina Franca il loro mondo fatto di ottoni festanti, percussioni ossessive, musica da strada e zingari felici. L’evento è stato realizzato grazie al sostegno dell’assessorato alle Attività Produttive del Comune di Martina Franca e il contributo della Regione Puglia – Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, oltre al sostegno di partner locali, primo tra tutti Massaboutique.

La sezione musica continuerà domenica 10 agosto con il concerto di Cisco, alias Stefano Bellotti, storica voce dei Modena City Ramblers, con il suoIndietro Popolo Tour: sul palco un ventennio di canzoni, dall’esperienza da solista di Cisco sino al lontano 1992, data di nascita dalla band folk rock più famosa d’Italia.

Si chiude con il concerto all’alba per festeggiare il compleanno della Martina Angioina: forti del notevole successo dell’anno scorso, anche questo 11 agosto trascorreremo la notte ascoltando le band che si susseguiranno in quella che è stata già definita “Notte Sonica”. Dalle ore 23 di lunedì 11 agosto, sul palco iLekkerbekken (band selezionata dal contest QualiTalent di Radio Capital); a seguire Molla, Leo Pari, UNA, Roberto Dell’Era e D’Erasmo, Diodato. I concerti di domenica 10 e lunedì 11 agosto rientrano nella rassegna “Fuori Tempo” curata da Arci Tresset’ e Area Metropolitana.

Anche quest’anno il resto della Villa Carmine si trasformerà in un vero e proprio villaggio a cielo aperto dove per tutta la giornata si terranno laboratori per adulti e bambini, aperitivi musicali, escursioni sul territorio, reading teatrali e dj set. Ogni giorno, inoltre, dalle ore 18.00, sarà possibile visitareManufacta, la mostra/festa dell’autoproduzione e della creatività giovanile che per l’occasione lascia la consueta sede di Casa Cappellari e si trasferisce nella Villa del Carmine: non mancheranno oggetti di design e manufatti realizzati a mano, con materiali di riciclo, oggetti vintage ed estravaganze artigianali.

Per il programma dettagliato e completo consultare: www.artefrancadoc.it

Filo rosso di tutti gli appuntamenti il Mediterraneo, che si ritroverà e si respirerà anche negli allestimenti che da Via Pergolesi condurranno i visitatori fino all’anfiteatro della Pace: uno sforzo reso possibile grazie al lavoro dei Laboratori Urbani Arte Franca e delle associazioni Terra Terra, Ecomuseo di Valle d’Itria, Gal Valle d’Itria, Slow Food, Ass. Castelli di Carta ed Emergencye al contributo di Sud Sistemi, Serveco e Scrimieri.

L’ingresso sarà gratuito per tutti gli appuntamenti, tranne che per i laboratori e le escursioni.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: