“L’Università per il successo aziendale”. Il valore delle persone come asset strategico per l’impresa

Mercoledì 20 aprile dalle 15.00alle 18.00

c/o Salone degli Affreschi – Palazzo dell’Ateneo – Piazza Umberto I- Bari

Interverranno:

  • Antonio Felice Uricchio, Rettore dell’Università degli Studi di Bari
  • Rosalinda Cassibba, direttrice del dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione
  • Daniela Vinci, Amministratore delegato Masmec Spa
  • Maria Luisa Giancaspro, psicologa del lavoro e delle organizzazioni, consulente HR
  • Alessia Maggiani, Direttrice divisione Employee Benefits Assiteca
  • Onofrio D’Alesio, direttore responsabile di Antenna Sud
  • Roberto Fatano, presidente di Laica –libera associazione delle imprese e dei professionisti del Salento
  • Giancarlo Tanucci, prof. Ordinario in Psicologia del Lavoro e delle organizzazioni
  • Amelia Manuti – ricercatrice in Psicologia del Lavoro e delle organizzazioni

 

Schermata 2016-04-16 alle 11.03.43L’evento “L’Università per il successo aziendale” rappresenta un’occasione di approfondimento delle tematiche relative allo Strategic Human Resources Management fondato sulla centralità e sulla valorizzazione del capitale umano in azienda. In questo particolare momento storico, infatti, la sfida della competitività si gioca essenzialmente sulla capacità delle imprese di adeguarsi, in termini di gestione delle risorse, di organizzazione e sviluppo delle competenze, alla continua evoluzione e mutevolezza del contesto socio-economico in cui si trovano ad operare. Per rispondere positivamente alle spinte dell’ambiente esterno le imprese devono essere sempre più caratterizzate dalla flessibilità e da un’adeguata gestione delle risorse umane.

I processi di crescita e trasformazione che hanno interessato e stanno interessando molte PMI del Territorio pugliese impongono un’attenta e puntuale riflessione sull’organizzazione dei reparti, sulla Gestione dei flussi di lavoro, sull’ampliamento e l’avvicendamento nei ruoli di responsabilità, sull’attribuzione di nuovi compiti e funzioni. I cambiamenti sul fronte strutturale, però, sono sempre accompagnati da umori, sensazioni, e stati d’animo dei dipendenti nei confronti del proprio lavoro e dell’azienda, strettamente legati anche ai più piccoli cambiamenti organizzativi.

La Masmec, eccellenza internazionale nell’ambito dell’automotive e fiore all’occhiello della meccatronica pugliese, ha sposato questo approccio attraverso l’attuazione del progetto “Il valore che crea Valore” progettato e gestito dalla dott.sa di ricerca Maria Luisa Giancaspro, con la collaborazione del prof. Giancarlo Tanucci e della prof.ssa Amelia Manuti, Docenti di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni del Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione dell’Università di Bari Aldo Moro. Tale progetto, stato apprezzato dalla comunità scientifica e economica nazionale, ha contribuito in modo significativo all’assegnazione del “PremioAssiteca2015: Welfare in azienda” proprio a Masmec, nella categoria Piccole Medie Imprese.

L’evento nasce, dunque, dalla volontà, da un lato, di condividere i contenuti e le implicazioni del progetto in funzione di una più ampia riflessione sull’utilità e sull’impatto che tali approcci e metodi di gestione delle risorse umane possono avere anche su contesti particolari come le PMI del territorio e, dall’altro, di promuovere e valorizzare le competenze scientifiche e consulenziali del settore della Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni del Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione quali agenti e partner del cambiamento in atto nel sistema sociale, imprenditoriale ed organizzativo locale.

L’evento vede la partecipazione di LAICA, Libera associazione delle imprese e dei professionisti del Salento, di cui è presidente il dott. Roberto Fatano, ed il coinvolgimento dell’avv. Edgardo Gallo, commissario LAICA per la sede di Bari.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: