Il libro di Giuliano Pavone, “13 sotto il lenzuolo” all’Oasi Naturale Torre Calderina

Copertina del libro 13 sotto il lenzuoloSabato pomeriggio c’è l’ultimo appuntamento della rassegna Incontri Spiagge Autore nel meraviglioso scenario dell’Oasi naturale Torre Calderina presso il Villaggio Lido Nettuno a Molfetta. All’ombra del Buen Vivir, Tommaso Amato modererà alla presenza dell’autore la presentazione del libro di Giuliano Pavone “13 sotto il lenzuolo” ediz. Marsilio. Il libroè un affresco coinvolgente in cui la Puglia, dai profumi ai cattivi odori ugualmente realistici, vive nella sua essenza di terra meticcia, fatta di meraviglie naturali e reminiscenze arcaiche, ma anche di abusi edilizi e piattume globalizzato. Federico Nugnes Peluso, il protagonista del libro, “bravo ragazzo” gaudente e spregiudicato – di quelli che cadono sempre in piedi – attraversa, con i suoi pregi e difetti, trent’anni di storia nostrana, a partire dagli anni ’80, come fossero il corridoio di casa propria, perché l’Italia gli somiglia molto.

LA STORIA è ambientata negli anni Ottanta, nel 1982, all’indomani dei mitici Mundial che hanno visto l’Italia calcistica e non solo gioire all’unisono come non è mai più accaduto. Il protagonista è un giovane universitario di belle speranze che, un po’ per sopperire alle necessità economiche della famiglia nobile, ma caduta in disgrazia, un po’ per non annoiarsi troppo, accetta di lavorare come factotum all’Hotel Paradise di Sprusciano, un paesino del sud della Puglia,  proprio mentre stanno per iniziare le riprese di un film, una di quelle commedie sexy di serie b, i B-film, che avevano imperversato negli anni Settanta, ma che stavano avviandosi al declino.

Come già nel suo romanzo d’esordio L’eroe dei due mari, Pavone miscela con passione e lucidità gli ingredienti della migliore commedia all’italiana, quella di Risi e Monicelli, ma anche di Virzì e Soldini: alla risata liberatoria fa da contraltare la riflessione amara e malinconica.

 

L’AUTORE Giuliano Pavone, giornalista e scrittore, è nato a Taranto ma vive a Milano. Nel 2010 ha pubblicato L’eroe dei due mari (Marsilio) con il quale ha vinto il Premio USSI Puglia per il racconto sportivo, il Premio Selezione Bancarella Sport e ha ricevuto una segnalazione speciale al Premio CONI per la Letteratura Sportiva. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Tutti gli uomini che hanno fatto grande la SSC Napoli (Castelvecchi) e Milano in cronaca nera (Newton Compton, scritto con Lucia Tilde Ingrosso), un’originale antologia di racconti noir ispirati a veri casi di cronaca.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: