“Leo” il nuovo libro di Daniela Piras sul fenomeno degli Hikikomori

È edito dalla Talos Edizioni l’ultimo romanzo di Daniela Piras, “Leo”. Il libro racconta la storia di uno studente universitario e della sua difficoltà a trovare il proprio posto all’interno della società; attraverso “Leo” l’autrice affronta un fenomeno sociale attuale ma non ancora molto conosciuto, quello relativo ai ritirati sociali, noto in Giappone con il nome di Hikikomori. Si tratta di un piccolo esercito, costituito da ragazzi per lo più adolescenti, che decide di chiudere ogni rapporto con la società e di auto recludersi in casa, cercando di sviare in questo modo i tanti problemi causati dal confronto con i propri coetanei, con l’altro sesso e, in genere, con una società considerata ostile.
Il romanzo vanta la prefazione dei due massimi esperti in Italia del fenomeno dei ritirati sociali, Matteo Lancini e Antonio Piotti. Matteo Lancini è psicologo e psicoterapeuta, presidente della fondazione Minotauro di Milano e dell’AGIPPsA (Associazione Gruppi Italiani di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Adolescenza); Antonio Piotti è psicoterapeuta e insegna Prevenzione delle condotte auto lesive e del tentato suicidio adolescenziale presso
l’alta scuola di psicoterapia psicoanalitica dell’adolescenza e del giovane adulto A.R.P.AdMinotauro
di Milano.
Un libro che fa riflettere sulle fragilità dei giovani in un’epoca in cui ostentare e apparire al meglio pare essere diventato un dovere sociale.

La trama
Leo è uno studente universitario fuori sede, un ragazzo introverso e con false sicurezze allo stesso tempo, la sua vita scorre monotona e tranquilla mentre, parallelamente, la sua mente crea un mondo incantato ricco di avvenimenti, in totale contrasto con la realtà. Il viaggio introspettivo racconta la vita del protagonista che scorre su due binari che non si incontrano mai; tre episodi in particolare (un femminicidio, una rapina e la scoperta di un cadavere) scuotono la sua esistenza e lo portano a mettere in discussione il suo ristretto mondo. Tra un’allucinazione e una presa di coscienza, Leo si troverà catapultato, suo malgrado, nel mondo degli adulti.

La scrittrice
Daniela Piras, nata a Sassari nel 1977, manifesta già da piccola l’interesse verso la scrittura.
Partecipa a diversi concorsi letterari. Laureata in Scienze della Comunicazione e Giornalismo, ha la passione per i viaggi. Autrice di “Parole sugli alberi”, “Village” e “Crash”.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: