La testimonianza di Emergency: «La sua vita è più importante della sua gamba»

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la testimonianza di Marina, coordinatore medico di Emergency in Libia


Libia-gernada-najibPrima che Najib entrasse in sala operatoria, suo padre è venuto da noi. “Io e mia moglie vorremmo entrare in reparto a salutare Najib prima dell’operazione”, ci ha chiesto.

Najib, un ragazzo di 22 anni, è arrivato nel nostro ospedale di Gernada, in ‎Libia, due settimane fa. Cinque giorni prima un proiettile lo aveva ferito alla gamba; dopo essere stato trasportato all’ospedale di ‎Bengasi, dove ha ricevuto le prime cure, è stato trasferito da noi. Fin da subito le sue condizioni ci sono apparse molto gravi: aveva subìto una lesione vascolare alla gamba e l’arto presentava segni estesi di infezione.

I nostri chirurghi sono intervenuti più volte ma alla fine, purtroppo, si è resa necessaria l’amputazione. Abbiamo chiamato il padre, spiegandogli la grave situazione e chiedendogli il consenso all’intervento. “La sua vita è più importante della sua gamba” ci ha risposto, trattenendo le lacrime.

I genitori di Najib sono arrivati la mattina presto, per poter passare un po’ di tempo assieme al figlio prima dell’intervento. Li abbiamo aiutati a vestirsi con i camici, per poterli far entrare nel reparto di terapia intensiva. Loro, tenendosi per mano, si sono avvicinati al suo letto, lo hanno abbracciato, accarezzato, rassicurato. Una scena che ci ha molto colpito, perché non usuale qui. Vedendo questa madre parlare con dolcezza e coccolare suo figlio abbiamo pensato come nulla, neanche una sporca guerra, può rompere gli affetti e l’amore che lega le persone.

Mentre guardavamo sua mamma che lo incoraggiava con un sorriso, senza far trapelare a Najib il suo immenso dolore, non potevamo fare a meno di pensare a questa immagine come a un buon augurio per tutte le mamme del mondo, che amano senza paura e condizioni in ogni situazione.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: