Il Family Concert al Petruzzelli di Bari

«È stato talmente emozionante vedere bambini e passeggini all’interno del Teatro Petruzzelli, nella prima edizione dei Family Concert, da ritenere doveroso riproporre l’iniziativa anche quest’anno. Il nostro obiettivo è rendere accessibile e pienamente democratico il nostro Teatro.»

Silvio Maselli, assessore alle Culture del Comune di Bari

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il Petruzzelli, imponente istituzione culturale nel cuore della città di Bari, sarà il vero protagonista del 2017. Grazie alla rassegna Family Concert, avviata con successo già a partire dal 2016, il Teatro avrà l’onore di ospitare nuovamente direttori di fama nazionale ed internazionale e aprire le proprie porte alle famiglie e ai più giovani.

La Fondazione Petruzzelli, in collaborazione con gli Assessorati alle Culture ed al Welfare del Comune e i cinque Municipi di Bari, si propone nuovamente l’obiettivo di agevolare politiche di inclusione sociale, attraverso la fruizione di spettacoli musicali per un pubblico eterogeneo e a prezzi incredibilmente accessibili: un euro per i bambini e i ragazzi fino ai tredici anni di età e solo cinque euro per gli altri spettatori. L’orario scelto per rendere effettiva l’iniziativa è quello pomeridiano, più comodo per tutte le età.

L’appuntamento inaugurale è in  programma domenica 12 febbraio alle 11.00: l’Orchestra sarà diretta da Luigi Piovano con la voce recitante di Antonio Stornaiolo. In programma Pierino e il Lupo di Sergej Prokof”ev e la Sinfonia n. 4 in La maggiore op. 90 Italiana di Felix Mendelssohn-Bartholdy. A seguire il programma prevede: sabato 18 febbraio Gianna Fratta sul podio con esecuzioni dedicate alla musica americana e da film; domenica 30 aprile l’Orchestra sarà diretta da Giuseppe La Malfa con un omaggio a Johannes Brahms attraverso la riproposizione delle Danze Ungheresi; il 26 maggio l’Orchestra diretta da Giampaolo Bisanti eseguirà musiche di Mozart, Rossini, Goethe, Beethoven, Schubert e Giuseppe Verdi; infine domenica 26 novembre, dirigerà l’Orchestra Benedetto Montebello ispirandosi alle musiche di Igor Stravinsky e Georges Bizet.

Incontri variegati ed eterogenei, nutriti di arrangiamenti, riproposizioni di celebri colonne sonore– come quella dei film The Truman show e Lezioni di piano – e fiabe musicali che accumunino i cuori e risollevino l’anima in tempi troppo spesso sferzati da brutture e notizie gravose. Questa brillante iniziativa, così splendidamente  connotata, persegue un monito magistralmente reso dalle parole dell’assessore alle Culture Silvio Msaselli: «la melodia è il presupposto dell’amore. L’armonia quello della pace. Melodia e armonia sono il presupposto della grande musica che noi vogliamo offrire a tutta la città».

Francesca Rotondo

 

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: