Gli impressionisti russi: il mondo di Alexander Averin

Alexander Averin è nato nel 1952 a Noginsk, vicino Mosca. Si è diplomato alla Scuola d’Arte di Mosca “Memoria del 1905. ” Membro dell’Unione degli Artisti della Russia dal 1984, membro di numerose mostre personali internazionali, nazionali e zonali sin dal 1976.
Per molti anni si è specializzato in ritratti. Il suo stile è puramente realistico, con una forte influenza dei pittori russi del 19 °secolo, di solito raffigurano scene domestiche in un morbido crepuscolo . 
Come Pavel Fedotov,  il suo pittore preferito, Averin utilizza l’ambiente che lo circonda per ispirare il pennello.  
Nelle sue tele si ammirano scene con bellissime ed elegantissime donne russe dipinte in ordinarie scene familiari all’aperto. Nei suoi quadri si scorgono prati fioriti e meravigliosi giardini, fiumi dalle sponde rigogliose, paesaggi assolati e mare, quel mar Baltico che egli tanto ama.
I colori sono vivi, freschi e pregni di sentimenti umani. Contemplando una sua tela è possibile quasi sentire la brezza marina, o la freschezza dell’aria, i profumi di alberi, i rumori del mare e le voci dei bambini che giocano sotto lo sguardo attento delle loro madri.
 
© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: