Giovani e alcol: un ragazzo su dieci si ubriaca

binge-drinkingIl 15% degli infortuni stradali accaduti in Italia nell’ultimo anno sono determinati dall’eccesso di alcol. A ubriacarsi sono particolarmente i più giovani: un ragazzo su 10 sotto i 30 anni beve sistematicamente. Un fenomeno che può essere scongiurato grazie alla prevenzione in famiglia.
Pressappoco il 70% dei giovani dai 14 ai 24 anni, sono bevitori occasionali o regolari. Ma, ovviamente, la percentuale dei ragazzi che utilizzano le bevande alcoliche in maniera sbagliata tende a essere molto più bassa. Sappiamo che circa il 35% ha ecceduto nella forma del “binge drinking”, la forma del bere fino allo sballo – 5-6 bevute di fila nello spazio di due ore – nell’ultimo anno.
Questo bere dei giovani avvicina l’Italia ai Paesi del Nord Europa e mette a rischio in effetti di essere un bere completamente stimolato allo sballo. Bisogna investire di più nella capacità dei genitori di avvertire e fare sapere i ragazzi dei rischi dell’alcol.
Alcol e guida non vanno d’accordo, in Italia, abbiamo circa 26 mila incidenti stradali ogni anno, la percentuale alcol-attribuibile, quasi certamente, è intorno al 15% occorre un’informazione capillare, controlli più severi, con le relative sanzioni e una maggiore responsabilità della comunità, a partire dalla famiglia, su questo tipo di rischi.

Antonio Calisi

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: