Festival di Sanremo 2015: trionfa Il Volo

3d4df03c9a76bc71166aceb50d67986cLa 65esima edizione del Festival di Sanremo si è appena conclusa, vedendo trionfare Il Volo con la canzone “Grande Amore”. Gianluca Ginoble, Piero Barone e Ignazio Boschetto hanno alzato “il Leoncino” visibilmente commossi, ottenendo così la consacrazione ufficiale dall’Italia intera che gli ha portati sul gradino più alto del podio.

Calato il sipario sul Teatro Ariston della Città dei fiori è il tempo delle pagelle, più che positive agli occhi del direttore di Rai Uno Giancarlo Leone e dello stesso conduttore Carlo Conti visti gli ottimi ascolti, i più alti degli ultimi 11 anni.

Il secondo gradino del podio se l’è aggiudicato Nek con “Fatti avanti amore”, uscito da questo Festival più che vincitore, alzando tre trofei: il Premio della Sala Stampa “Lucio Dalla”, il Premio per il Miglior Arrangiamento e il Premio Cover con la canzone “Se telefonando”. La medaglia di bronzo viene vinta da “Adesso e qui (nostalgico presente)” di Malika Ayane che ha portato a casa il Premio della Critica “Mia Martini”.  La categoria Nuove Proposte ha visto vincere Giovanni Caccamo (autore della canzone di Malika Ayane) con “Ritornerò da te”.

Ma il vero vincitore è stato Carlo Conti che con oltre il 50% di share ha conquistato i consensi di tutta Italia, cucendosi su misura questo Sanremo. Con la frase “Tutti cantano Sanremo” Conti ha voluto creare un Festival per le famiglie, dandogli uno stampo nazional-popolare in cui le protagoniste erano le canzoni (quasi tutte incentrate sull’amore).  Un Sanremo all’insegna del bon ton e della leggerezza con nulla di stravagante, nessun colpo di scena in cui Carlo Conti non ha portato la novità né lasciato il segno ma sicuramente, grazie all’esperienza televisiva, ha saputo intercettare le esigenze del pubblico lavorando di conseguenza.

Il punto forte della kermesse sono stati gli ospiti: i comici nostrani Giorgio Panariello, Alessandro Siani (bocciato dall’intera Nazione), i cinici Luca e Paolo, Tiziano Ferro e l’astronauta Cristoforetti (collegamento precedentemente registrato),  fino al tanto atteso ritorno, dopo 24 anni dall’ultima apparizione sul palco dell’Ariston, della coppia Albano e Romina. Tanti ospiti internazionali dall’elegante Charlize Theron, al canterino Will Smith fino al talentuoso Ed Sheeran e all’imbarazzante Conchita Wurst.

L’ unica nota dolente le tre vallette.  Bocciate Arisa ed Emma impacciate e impreparate a calcare questo palco da co-conduttrici (avevano bisogno del gobbo anche per dire “Buonasera”). Rocio Munoz Morales, di cui non rimarrà neanche il ricordo, è stata una valletta-fantasma e in quelle rare apparizioni sul palco assolutamente impersonale.

Nonostante tutto, le critiche, le canzoni, gli ascolti per il Festival della Canzone l’Italia prova sempre un “Grande Amore”.

Ilaria Sinopoli

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: