“Cinema senza barriere” al Galleria con “E’ arrivata mia figlia”

E’ una bella iniziativa quella del Multicinema Galleria. “Cinema senza barriere, il cinema che unisce”, infatti è un progetto davvero encomiabile perché consente alle perone con disabilità sensoriali di godere del piacere del cinema in compagnia.

L’iniziativa è promossa dall’assessorato al Welfare, sostenuto da Unicredit, banca tesoriera del Comune e ideato dall’associazione Aiace di Milano.

Lunedì 20 giugno, alle 18, la multisala del centro cittadino propone“È arrivata mia figlia”, il terzo appuntamento della rassegna “Cinema senza barriere”. Il film per la regia di Anna Muylaert racconta con semplicità ed ironia la storia di madri assenti e figli cresciuti da altri, uno dei paradossi sociali più significativi in Brasile. Al contempo porta alla luce, mettendo a confronto le due donne protagoniste, le differenze fra le due generazioni.

 

È arrivata mia figlia (Brasile, 2015)

E-arrivata-mia-figliaRegia: Anna Muylaert

Interpreti principali: Regina Casé, Camila Márdila, Michel Joelsas, Karine Teles, Helena Albergaria

Val lavora come domestica per una ricca famiglia di San Paolo dove da tredici anni si prende cura, oltre che della casa, del figlio adolescente dei padroni che ha cresciuto sin da quando era in fasce.

A causa del lavoro che la occupa a tempo pieno presso la famiglia, da dieci anni Val non vede sua figlia Jessica, affidata alla cure dei nonni che abitano nel nord del Brasile.

Quando Jessica si reca a San Paolo per sostenere l’esame di ammissione alla facoltà di Architettura, le due donne finalmente si ricongiungono e si trovano a dover affrontare le differenze e i dissapori creati da lunghi anni di lontananza.

Jessica, con estrema libertà ma anche con un atteggiamento di sfida e ribellione nei confronti della madre e del suo mondo, valica così il confine segnato dalle regole della casa, mettendo in discussione il modo di vivere di Val. E se da una parte la ragazza contesta alla madre la devozione e l’affetto che ha verso i suoi datori di lavoro, dall’altra parte le rimprovera la scelta di non aver cresciuto sua figlia.

 

Come funziona

Il costo del biglietto è di 3 euro, ed è previsto l’ingresso gratuito per un accompagnatore dei diversamente abili.

I non vedenti ricevono una cuffia a raggi infrarossi che diffonde un commento audio, con dati aggiuntivi rispetto ai dialoghi del film. Vengono descritti, ad esempio, stati d’animo, azioni, modalità di ripresa, paesaggi.

I non udenti leggono i sottotitoli contenenti le didascalie con indicazioni relative a rumori e suoni, oltre che alla colonna sonora.

 

Prenotazioni

I non vedenti possono prenotare le cuffie a raggi infrarossi telefonando ai numeri 080/542 9082 – 080 /5429058 (lunedì/venerdì) o inviando un’email a uicba@uiciechi.it

Le cuffie potranno essere ritirate prima dell’ingresso in sala esibendo un documento d’identità.

 

Servizio in sala

In occasione delle proiezioni, l’accompagnamento in sala e il supporto al pubblico sono assicurati da personale qualificato della Sama Agency.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: