“Che impresa il turismo!”. La 7^ puntata di “che Impresa – istruzioni per l’uso”

Nella 7^ puntata di “che Impresa – istruzioni per l’uso”, in onda sulle emittenti FlyTV (can. 218)  e Delta TV (can. 78) si è parlato di turismo e di tutte le difficoltà che incontrano le imprese impegnate a fare business con il “bello” della nostra terra.

Antonio Curci, conduttore e redattore del programma, ha ospitato Francesco Caizzi (Federalberghi Puglia), Piero Caponio (Titolare dell’agriturismo “Amicizia”) e Roberto Fuzio (Esperto di Finanza Agevolata del Consorzio Artemide).

Ogni giorno le imprese turistiche italiane devono governare i cambiamenti del mercato turistico. Variano le destinazioni, i flussi e l’interesse del turista si orienta verso nuove forme di vacanza, sempre più esclusive. Al contempo si è sempre più attenti al giusto rapporto qualità prezzo. Le aziende turistiche devono tenere sotto controllo i prezzi, ma al tempo stesso devono innovare e fronteggiare la concorrenza sleale. Allora come si fa a restare competitivi sul mercato e a crescere nell’offerta turistica? È’ possibile puntando sull’unicità del territorio, sulla qualità del servizio, sulla professionalità degli operatori, sull’ospitalità tipica del nostro Sud.

Bisogna innovare, investire maggiormente sul web, dotare tutti i territori di una capillare diffusione del Wi-Fi, come strumento indispensabile per rendere accessibili le varie destinazioni turistiche.

Il turismo è cambiato nel corso degli anni. A partire dagli anni ’60 da fenomeno di èlite, si è trasformato in fenomeno di massa. Oggi, pertanto, Tour Operator, Agenzie di viaggi, Associazioni ed Enti per il turismo organizzano e pianificano pacchetti turistici controllati e garantiti da offrire al consumatore.

Accanto a questo turismo ” controllato e garantito”, da sempre, si è affermata la tendenza al turismo “auto-diretto” o fai da te . Questo tipo di turismo è cresciuto e si è auto organizzato al punto che oggi appare inadeguato il famoso spot pubblicitario che impazzava negli anni 80/90 ” turista fai da te? No Alpitur? Aia aia iai”.

Oggi il turismo auto diretto si colloca sul mercato come un vero e proprio concorrente dell’ industria del turismo.

Maria Raspatelli

Redattrice di “che Impresa-istruzioni per l’uso”

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: