Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Castrovillari (CS), 20 ottobre Convegno ecumenico regionale dedicato alla custodia del creato

Antonio Calisi 26 ottobre 2018 Commenti disabilitati su Castrovillari (CS), 20 ottobre Convegno ecumenico regionale dedicato alla custodia del creato
Castrovillari (CS), 20 ottobre Convegno ecumenico regionale dedicato alla custodia del creato

È stato celebrato il 20 ottobre, nei locali della parrocchia di San Girolamo di Castrovillari, il V Convegno Ecumenico Regionale organizzato dalla Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Calabra, presieduta da mons. Donato Oliverio, vescovo di Lungro degli Italo-Albanesi dell’Italia Continentale dal titolo “La custodia del creato e il cammino ecumenico del XXI secolo: custodire in comunione”.

Al dibattito hanno preso parte mons. Francesco Savino, vescovo della diocesi di Cassano all’Jonio, Ioannis Tsaftaridis, metropolita del Patriarcato ortodosso di Alessandria d’Egitto, Zambia e Malawi e mons. Andrea Palmieri, sottosegretario del Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani.

Dopo il benvenuto di mons. Francesco Savino, il vescovo Donato Oliverio ha dato rilievo all’attualità e all’impellenza dell’argomento di quest’anno, che già da alcuni anni vede celebrare la “Giornata per la salvaguardia del Creato”, sia da parte della Chiesa cattolica che di quella ortodossa, incoraggiati dall’Enciclica “Laudato sii” e dai documenti del patriarca ecumenico Bartolomeo I.

E. Ioannis Tsaftadaris nella sua relazione ha sottolineato come la creazione rappresenta l’immenso atto d’amore di Dio e come all’uomo è consegnata l’assistenza, non lo sfruttamento, della sua opera.

Tsaftadaris ha mostrato soddisfazione per la sua vista in Calabria e per relazione d’amicizia stretta con la chiesa di Lungro, che si prepara a celebrare il I centenario della sua istituzione (1919-2019) affermando di respirare la stessa aria di casa, non solo perché in Calabria si è sviluppata la civiltà della Magna Grecia, ma anche perché la liturgia della Chiesa greco-bizantina di Lungro gli hanno fatto avvertire una infinita letizia del cuore, partecipando domenica 21 alla Divina Liturgia nella Cattedrale di Lungro, presieduta dal vescovo. Donato Oliverio.

Intensa e chiara è stata la relazione di mons. Andrea Palmieri che ha documentato come tutte le confessioni cristiane stanno riscoprendo il valore della custodia del creato e come nell’enciclica “Laudato si” non manchino riferimenti ai discorsi del Patriarca ecumenico di Costantinopoli. Tutte le chiese cristiane possono vicendevolmente arricchirsi per proseguire con fede il percorso verso l’Unità dei cristiani nelle proprie diversità.

I lavori del Convegno sono stati coordinati in modo competente dall’ecumenista Virgilio Avato che ha ugualmente presentato la visione di un filmato girato sul Monte Athos con i francescani di Assisi.

Il Convegno, che ha visto l’intervento numeroso e qualificato, è stato un’opportunità per confrontarsi sulle tematiche ambientali nella prospettiva del cammino di fede della Chiesa nei riguardi dell’opera di del Creatore.

Antonio Calisi

Comments are closed.