“Case anche per bambini” di Maya Azzarà

Case_rosso_newPrendiamo una casa. Una casa qualunque. Prima ci sono lui e lei. Poi arriva un piccolo lui o una piccola lei. Insieme a culla, ovetto, passeggino, lettino, sdraietta, fasciatoio, vestiti, pannolini, creme, unguenti e giochi.

E di colpo ci si rende conto di come le case non siano progettate per i bambini.

Riprogettare e ripensare gli ambienti considerando le esigenze dei più piccoli, non significa però abbattere muri e ristrutturare tutto.
Una casa anche per bambini è invece uno spazio di dialogo, di condivisione e complicità tra genitori e figli, un luogo educativo nel quale sono favorite nei più piccoli esperienze relazionali e di autoapprendimento.
Significa, come propone questo libro, ripensare le stanze in modo tale che gli spazi comuni e quelli privati diano a tutti, agli adulti ma anche ai bambini, la possibilità di usufruirne liberamente.

Un libro con un ricco corredo fotografico dove al “Non si tocca!”, “Non è tuo!”, “Questo no!”, “Guarda, hai scarabocchiato con la penna sul divano!”, “Non si fa!” l’autrice Maya Azzarà sostituisce semplici, economiche, creative soluzioni che rendono l’abitare, anzi il coabitare con bambini, un gioco utile alla crescita e allo sviluppo della loro autonomia.

E possibile leggere alcune pagine del libro cliccando  qui.

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: