Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Benvenuta primavera… e allergia! I rimedi più efficaci

Francesca Morga 27 marzo 2017 Commenti disabilitati su Benvenuta primavera… e allergia! I rimedi più efficaci
Benvenuta primavera… e allergia! I rimedi più efficaci

pollen allergy

Primavera. L’aria si riscalda, la gente esce di casa più volentieri, la nostra terra si tinge di spettacoli meravigliosi, le gelaterie si riempiono.. e gli alberi? Fioriscono, e insieme a loro anche l’allergia che, come una buona vecchia compagna di viaggio, torna a farci visita in particolare in questa fase dell’anno. Ed ecco che il magnifico scenario della giornate primaverili viene arricchito di fazzoletti, starnuti continui, rinite, prurito agli occhi, stanchezza. Insomma, non proprio un bel quadro. Con qualche piccolo accorgimento, però, potremmo non dico eliminare del tutto, ma almeno ridurre il nostro disagio.

Evitare l’esposizione alle sostanze che scatenano i sintomi è sicuramente il modo più sicuro per prevenire la comparsa di sintomi e disturbi, anche se purtroppo non è sempre possibile o semplice.

In casa:

  • Se possibile rimanere in casa quando la concentrazione del polline nell’aria è elevata (esistono numerosi siti e app per verificarlo).
  • Tenere le finestre e le porte chiuse in casa per evitare che gli allergeni entrino.
  • Evitare di tenere fiori freschi in casa.
  • Passare regolarmente l’aspirapolvere, preferibilmente utilizzando una macchina dotata di filtri specifici.
  • Rimuovere regolarmente la polvere dai mobili, spolverando con un panno umido che permetterà di raccogliere la polvere e il polline depositato.
  • Non fumare e non lasciare che altre persone fumino in casa. Il fumo (attivo e passivo) sono causa di irritazione del rivestimento mucoso di naso, occhi, gola e vie respiratorie in genere, peggiorando così i sintomi.
  • Usare un umidificatore in casa, soprattutto in caso di utilizzo dell’aria condizionata, per evitare un’aria troppo secca.
  • Se possibile evitare di stendere i panni fuori, per ridurre la quantità di polline che verrà trasportato in casa.
  • Sostituite la moquette con un pavimento in laminato o in altro materiale duro che non raccolga gli acari della polvere e altri allergeni, in particolare nella vostra camera da letto.

Fuori casa:

  • Applicare una piccola quantità di vaselina all’entrata delle narici può aiutare a prevenire il passaggio del polline.
  • Evitare di tagliare l’erba, giocare o camminare in zone erbose e boscose, soprattutto la mattina presto, la sera e di notte, quando il rilascio di polline è al suo massimo.
  • Indossare occhiali da sole avvolgenti per impedire che il polline raggiunga gli occhi.
  • Fare la doccia e cambiarsi i vestiti dopo essere all’aperto, per rimuovere gli allergeni dal corpo.
  • Tenere i finestrini chiusi in macchina e accertarsi che il filtro antipolline dell’auto sia sempre in perfetta efficenza.

 

TEMPO ATMOSFERICO: COME INFLUENZA L’ALLERGIA?

Il periodo dell’anno in cui si manifestano i sintomi dipende dai tipi di polline verso cui si manifesta l’allergia; gli alberi in genere rilasciano polline soprattutto da marzo ai primi di maggio, mentre l’erba da fine maggio ai primi di agosto. Alcune erbacce verso fine estate. La stagione allergica può quindi durare da marzo a ottobre e, per i soggetti allergici a più tipi di polline, potrebbero rimanere solo 2-3 mesi invernali di sollievo.

In tutto questo la pioggia può influire in modo sensibile sui sintomi, perchè in grado di rimuovere dall’aria la quasi totalità dei pollini sospesi; inoltre nei giorni soleggiati le piante rilasciano più polline di quanto non avvenga nelle giornate piovose o anche solo nuvolose. Gli allergeni vengono rilasciati soprattutto alla mattina presto, ma con l’aumento della temperatura vengono sollevate verso l’alto con l’aria calda, per poi tornare verso il basso nelle ore serali con la diminuzione della temperatura. Questo significa che i sintomi peggiorano soprattutto a mattino e sera.

In ultimo il vento: nelle zone in cui spira in modo più o meno costante una certa brezza (pensiamo per esempio alle città sul mare) in genere le concentrazioni nell’aria sono inferiori.

Dunque, adottare uno stile di vita sano, limitando il più possibile fonti di stress, evitando alimenti che possano scatenare allergie crociate, integrando la propria alimentazione con integratori che possano rafforzare il sistema immunitario , e unendo anche attività sportive (preferibilmente acquatiche), potrebbe dare sollievo in questo periodo tanto adorato, ma tanto temuto dal nostro corpo!

 

Francesca Morga

Comments are closed.