Bari: la verità non va infoibata, commemorazione in onore dei martiri delle foibe

12666336_1181424685209004_668988361_nLa comunità militante barese, come ogni anno, rinnova l’invito a partecipare alla commemorazione in onore dei martiri delle foibe che si terrà durante la giornata domenica 14 febbraio. L’appuntamento è previsto per le ore 17:00 presso Villaggio Trieste, scelta affatto immotivata.

All’indomani della fine della guerra, infatti, le migliaia di profughi provenienti da quelle che erano state terre e colonie italiane, vennero “accolti” per anni in strutture fatiscenti ed insalubri per intere famiglie, spesso formate da numerosi bambini. Solo nel 1956 vengono destinate ai mille profughi, prima stanziati in diverse zone della città di Bari, le case di “Via Verdi”, via addirittura precedente a via Pola. In seguito tutta la zona fu rinominata dai profughi “Villaggio Trieste”.

La comunità militante barese ritiene importantissimo rispettare questo appuntamento per onorare la memoria di tutti quei martiri che perirono di una morte orrenda: l’essere letteralmente scaraventati in cavità naturali dette foibe. Un crimine efferato, perpetrato dalle bande titine, per cui nessuno ha mai reso giustizia. Una vera e propria furia etnocida, che aveva il preciso scopo di estirpare dalle loro terre quei connazionali che si sono sempre sentiti italiani e che abitavano ed amavano quelle terre da secoli.

In quanto Italiani ci sembra doveroso partecipare: tutta la cittadinanza è quindi invitata a prendere parte alla fiaccolata affinché non si dimentichi mai ciò che accadde, affinché la verità non venga infoibata.

Comunicato Stampa

La comunità militante barese

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: