Bari, dal 24 al 26 ottobre “Città Visibile”. Festival di storie, di libri, bambini e città

Città visibile-241 appuntamenti in tre giorni tra letture animate, incontri con autor* e illustrator* e performance teatrali ispirate a un libro in oltre 15 luoghi sparsi per i quartieri della città: questo è Città visibile- festival di storie, di libri, bambini e città, un festival per giovani lettrici e lettori dai 4 ai 14 anni in programma a Bari dal 24 al 26 ottobre e presentato in sala giunta del Comune da Maria Cascella, presidente della Fondazione Città Bambino, Paola Lupone, direttrice artistica del festival, Francesca Bottalico e Paola Romano, rispettivamente Assessora al welfare e alle politiche educative e giovanili del Comune di Bari.

La manifestazione, ideata e promossa dalla Fondazione Città Bambino con il contributo della Regione Puglia, è patrocinata da Comune di Bari, Ufficio Garante dei diritti dei  Minori della Regione Puglia, Presidi del libro, AIB e si avvale della collaborazione della Biblioteca dei ragazzi/e di Bari, dei lettori di Nati per leggere, del Fai, di Slow food e della cooperativa Ulixes di Bitonto, di Feltrinelli e Laterza editore. Tanti sono i luoghi che vedranno protagonisti i piccoli lettori e le loro famiglie: alcune scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di tutti e 5 i Municipi, la Casa di Pulcinella, la Biblioteca dei ragazzi/e, l’Officina degli esordi, il Museo del Cinema, l’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto, le librerie Svoltastorie e Moby Dick, la Biblioteca S. Teresa dei maschi, gli ospedali Giovanni XXIII e San Paolo, il Caffè d’Arte Dolceamaro, Terra terra bistrot, il Giardino di Misia Arte. E tanti, e di fama internazionale, gli autori e gli illustratori- dei quali si allega una bibliografia- che parteciperanno al festival: Antonella Agnoli, Davide Calì, Sonia M. L. Possentini, Agnese Baruzzi, Anna Cerasoli, Angela Nanetti, Massimo Birattari, Simone Frasca, Amedeo Feniello e Paolo Comentale.

“Il tema della visibilità appare più che centrato: per tre giorni la città sarà occupata pacificamente da bambini e ragazzi nell’esercizio di alcuni dei loro diritti di espressione, leggere, scrivere, disegnare, raccontare. Un modo per autorappresentarsi, per rendersi appunto visibili alla città” è il messaggio che Rosy Paparella, Garante per i diritti dei minori della Regione Puglia che patrocina e sostiene la manifestazione, ha tenuto comunque a lasciarci nonostante l’impossibilità a partecipare alla conferenza. E anche l’assessora al Welfare del Comune di Bari Francesca Bottalico ha sottolineato che Città visibile è “un viaggio di storie, libri e bambini per attraversare creativamente e animare la città, rendendo visibili i luoghi di vita, di gioco e di crescita dei bambini e delle bambine,  dalle piazze, alle ludoteche negli ospedali, alle scuole per riscoprire e rafforzare il legame sociale con gli spazi e i tempi della nostra città”.

Nel dettaglio- gli appuntamenti sono a ingresso libero con prenotazione- ci saranno 10 letture animate, 16 laboratori con illustrator*, 13 incontri con gli autor*, 1 spettacolo teatrale e 1 mostra di illustrazioni per l’infanzia. Tra prenotazioni per gli appuntamenti pomeridiani e per gli incontri mattutini nelle scuole- sono arrivate adesioni dagli istituti scolastici di tutti e 5 i Municipi- si prevede una partecipazione di circa 1500 bambini e loro famiglie. “Città visibile è un festival che vuole coinvolgere tutta la città, un festival nel e del territorio, non confinato in uno spazio unico ma diffuso nei vari quartieri. È un momento di promozione della letterature per l’infanzia all’interno di un percorso di scoperta e valorizzazione di luoghi “invisibili” o “poco visibili” della città- ha dichiarato la presidente della Fondazione Città bambino Maria Cascella- “Oltre i bambini e le loro famiglie, è la città la protagonista del festival e con questo programma- gli appuntamenti sono tanti e tutti con autori, autrici, illustratori e illustratrici di fama internazionale- vogliamo offrire al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza una proposta culturale diversificata, integrata e partecipata. In linea, d’altronde, con la tradizione delle attività che la Fondazione Città Bambino svolge a Bari fin dal 2007 a partire dall’ideazione e realizzazione dell’Ospite bambino. Questa è la prima edizione di un festival che nei prossimi anni si confronterà, darà voce e metterà in relazione il mondo dell’infanzia con altre forme di espressione artistica, quali la musica, l’arte, il cinema e il teatro”.

Sono due gli appuntamenti con cui, venerdì 24, si inaugura il festival:
ore 9.00 “Leggi qui, leggimi forte- Flashbook Mob”: nelle scuole primarie che hanno aderito ci sarà, in contemporanea, una lettura di 3 minuti a cura dei lettor* volontar* di Nati per leggere e delle insegnanti delle scuole cittadine;
ore 9.30 in Biblioteca dei ragazzi(e) inaugurazione della mostra La città degli illustratori a cura del gruppo regionale di autori e illustratori La Puglia racconta alla presenza della Garante per i diritti dei minori della Regione Puglia Rosy Paparella.

Il festival Città visibile aderisce inoltre a Bibliopride 2014, giornata nazionale delle biblioteche, una manifestazione annuale promossa dall’AIB per ribadire l’importanza del sistema bibliotecario nazionale per la crescita culturale, economica e sociale del nostro Paese. Dopo il successo delle prime due edizioni a Napoli nel 2012 e Firenze nel 2013, Bibliopride quest’anno è in Puglia dal 4 al 31 ottobre e fa tappa nella provincia di Bari e BAT proprio dal 25 al 31 ottobre.

© Riproduzione Riservata
Antonio Calisi

Antonio Calisi

Direttore Editoriale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: