Bari – Blitz del sindaco Decaro in corso Vittorio Emanuele. Multati due esercenti per abbandono improprio di rifiuti

Gli esercenti avevano abbandonato i rifiuti non differenziandoli, fuori dai cassonetti e non negli orari consentiti

spazzatura-Vittorio-Emanuele

Ieri pomeriggio, 4 agosto 2016, il sindaco Antonio Decaro e l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, con un vero e proprio blitz, hanno identificato i titolari di due delle attività commerciali che, in mattinata, avevano abbandonato sul marciapiede di corso Vittorio Emanuele, lato Bari Vecchia, ben 16 bastoni di spazzatura, in spregio a tutte le regole sul conferimento dei rifiuti.

Il sindaco e l’assessore hanno aperto i bustoni depositati impropriamente di fronte all’incrocio del corso più importante di Bari con via Melo, per scoprire i titolari degli esercizi commerciali colpevoli di aver smaltito l’immondizia non differenziandola, non depositandola negli appositi contenitori e soprattutto, al di fuori degli orari consentiti.

spazzatura-vittorio-emanuele2

Proprio noi di Metropoli Notizie abbiamo spesso denunciato il problema: non sono pochi quegli esercenti che trascinano i bustoni gocciolanti di percolato, lasciando sul marciapiede lunghe scie di sporcizia, e li appoggiano accanto ai cassonetti, sul marciapiede che, come dimostrano le foto, risulta sudicio.

I ristoratori identificati ora saranno chiamati a pagare una multa di 100 Euro per conferimento non differenziato, 100 Euro per conferimento fuori orario e 25 Euro per abbandono di rifiuti su strada, ai sensi dell’art. 15 del Codice della strada.

Il sindaco Decaro, palesemente seccato della questione, ha dichiarato: “E’ imbarazzante vedere corso Vittorio Emanuele, la via da cui ogni giorno passano centinaia di turisti, trattata come una discarica, con il percolato su tutto il marciapiede, 16 bustoni pieni di scarti di cibo abbandonati sotto il sole di agosto e una puzza terribile. Abbiamo voluto aprire quelle buste per risalire all’incivile del giorno, due dei responsabili individuati fino ad ora sono titolari di ristoranti. Ecco che la storia si ripete: una città bellissima deturpata dalle stesse persone che dovrebbero prendersene cura, se non per rispetto, almeno per interesse. Ho visto tantissime città, in Italia e all’estero, in cui gestori di pub, ristoranti e bar addirittura investono nella manutenzione e nella ristrutturazione di luoghi pubblici per fare al meglio gli interessi dei propri locali. A Bari ci sono commercianti così poco intelligenti da regalare a baresi e turisti questo spettacolo di inciviltà. I colpevoli individuati sono stati sanzionati. Dopo la seconda sanzione ricevuta è prevista la sospensione dell’attività commerciale da 1 a 3 giorni“.

spazzatura-vittorio-emanuele3

Rivolgiamo un plauso al Sindaco e all’Assessore per questo inaspettato blitz. Siamo concordi con il loro pensiero circa l’impotenza dell’amministrazione di fronte all’inciviltà di alcuni cittadini. Non basteranno le telecamere che, proprio in questi giorni, vengono piazzate nei punti nevralgici di Bari a scardinare quelle insane abitudini di incivili e ignoranti esercenti che deturpano una città meravigliosa.

Fa bene l’assessore Petruzzelli a chiedere la collaborazione dei cittadini che, anche in modo anonimo, possono segnalare casi simili.

Di certo a Bari, da un punto di vista dell’inculturazione di alcuni baresi, c’è ancora tanto lavoro da fare.

Antonio Curci

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: