Alla Japigia1-Verga una menzione speciale al premio italiadecide2017. La DS: “Siamo una scuola orgogliosamente pubblica”

 

 

Sorprende l’incredibile dedizione alla Scuola della Dirigente Scolastica Patrizia Rossini, instancabile protagonista di un processo di innovazione non solo digitale, ma anche e soprattutto di organizzazione scolastica e sviluppo sociale. Ormai la DS opera a tutto tondo nella scuola che dirige e sul territorio per garantire a tutti i suoi studenti un percorso di crescita felice e proficuo. I plessi scolastici da lei ben diretti, grazie alla professionalità, al senso di responsabilità e all’operosità dei docenti, sono diventati autentici punti di riferimento nel quartiere e in città.

Japigia, mai come in questi giorni, è salita alla ribalta delle cronache a causa di dolorose vicende legate al dilagare della malavita organizzata. Realtà scolastiche come la Japigia1-Verga rappresentano sul territorio quel faro di legalità che, non solo a parole, ma con fatti concreti, realmente contrastano l’egemonia mafiosa, fornendo ai bambini e ai ragazzi modelli di vita sani, positivi e veramente alternativi all’illogicità della strada.

 

E’ di questi giorni l’ennesimo successo della Japigia1-Verga. Il pomeriggio del 26 aprile, nell’ambito del prestigioso Premio italiadecide2017 “Amministrazione, Cittadini, Imprese”, l’Istituto è stato insignito di una speciale menzione per l’innovazione digitale che caratterizza tutta l’azione formativa messa in campo. A ricevere il premio presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sono stati la DS Patrizia Rossini e una delegazione della scuola di sette alunni e due docenti. Nello stesso giorno la delegazione della Japiga1-Verga ha partecipato alla presentazione del Rapporto italiadecide2017 presso la Camera dei Deputati. Alla presenza del Capo dello Stato, del Ministro  dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia e del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, la DS Patrizia Rossini ha illustrato le attività didattiche e formative con carattere innovativo che la scuola mette in atto da anni per la formazione di alunni “dalla testa ben fatta”. Nell’occasione i ragazzi si sono esibiti con i loro robot, spiegando l’uso che ne fanno a livello didattico.

Orgogliosa, la DS Patrizia Rossini ha dichiarato:

Siamo molto soddisfatti del riconoscimento ottenuto sia per l’importanza del premio stesso, sia perché sono state premiate in tutta Italia solo due scuole del primo ciclo: la nostra scuola e una di Alessio, sia perché con il contributo economico ottenuto lo potremo reinvestire nella robotica, incrementando il numero di corsi. In queste situazioni mi rendo conto della grande innovazione che mettiamo in atto ogni giorno, la misuro guardando la disinvoltura che mostrano i nostri alunni nella gestione dei robot e nella spiegazione dei loro percorsi, ma la misuro anche leggendo la meraviglia e l’apprezzamento di chi non ci conosce. Tutti hanno creduto che fossimo una scuola privata e invece siamo, orgogliosamente, una scuola pubblica che lavora a dispetto di tutti i problemi che una scuola pubblica deve affrontare.” 

Antonio Curci

© Riproduzione Riservata
Antonio Curci

Antonio Curci

Direttore Responsabile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: