Bari, Notte nazionale al Liceo Classico “Socrate”

notte liceoIn occasione della “Notte bianca del Liceo Classico”, un’iniziativa partita in Sicilia dal Liceo di Acireale “Gulli e Pennisi”, finalizzata a promuovere, tramite manifestazioni culturali, questo liceo e gli studi classici. Iscrizioni dimezzate in 7 anni, 30.000 studenti iscritti in prima nell’anno scolastico 2013/14, pari al 6 per cento del totale, numerose occasioni a livello politico e ministeriale, per svalorizzare il Liceo Classico: la crisi è profonda. E’ necessario far conoscere ad adulti e ragazzi, tra i quali futuri liceali, l’importanza di questo istituto e la varietà di discipline che consente di studiare e approfondire, fornendo una preparazione globale e poliedrica. Anche il Liceo Classico “Socrate” di Bari parteciperà alla manifestazione, prevista per il 16 gennaio 2015 dalle ore 18.00 alle ore 24.00. Si allestiranno vari spazi all’ interno dell’ istituto finalizzati alla sensibilizzazione dell’ opinione pubblica sull’ importanza della promozione degli studi classici per la formazione del pensiero critico, all’ esercizio della democrazia e alla cittadinanza responsabile e globale. Tra gli ospiti più importanti in auditorium tre docenti dell’ Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”: Luciano Canfora, Professore Emerito presso il Dipartimento di Scienze dell’ Antichità e del Tardoantico; Domenico di Bari, Professore Associato presso il dipartimento Interateneo di Fisica; Luigi Palmieri, Professore Ordinario di Biochimica presso la Facoltà di Scienze Biotecnologiche. Saranno presenti Pasquale Martino, Giuseppe Micunco, Nicola Moretti e Raffaele Porta, già docenti del Liceo Classico “Socrate”. Alcuni eventi sono presieduti anche dagli studenti che si cimenteranno in letture classiche, pagine d’ arte , musica e animazioni laboratoriali. In particolar modo, nella biblioteca dell’ istituto, un gruppo di studenti metterà in pratica l’ arte della “maieutica” di Socrate sviluppandolain vari settori: nella scrittura creativa, nel teatro e nella musica. Sarà rappresentata la tragedia “Antigone” da Sofocle e Valeria Parrella, realizzata dal Laboratorio Teatrale del Liceo. L’ artista Donatella Vox installerà “Dialoghi d’ arte in perdita d’ identità” e “Era bello alla vista e la bellezza conquistò sul campo”. Tutto sarà accompagnato da riflessioni di docenti, genitori ed ex studenti e da un buffet in tema previsto per le 22.00. Sono invitati a partecipare tutti, dai più grandi che forse non reputano gli studi classici importanti per la formazione dell’ individuo, e i ragazzi che ancora non hanno scelto il loro futuro e forse non conoscono le effettive potenzialità di questo istituto. L’ organizzazione di questo evento è una buona occasione per unire le varie generazioni in un intenso dibattito e in un confronto con le varie espressioni della cultura classica, smentendo l’ equazione “classico=vecchio” , poiché gli studi classici sono correlati con l’attualità più di quanto si pensi, basti pensare al “Carpe diem” di Orazio.

Martina Ragone

© Riproduzione Riservata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: